AVIGLIANA, DAL GALILEI I CONSIGLI DI LETTURA PER CHI STA A CASA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ISTITUTO GALILEO GALILEI

AVIGLIANA – Il Galilei si lancia in una nuova iniziativa. Dopo le videolezioni con le classi virtuali, docenti e studenti si cimentano davanti alla videocamera per dispensare consigli di lettura a chi, volendo approfittare di queste giornate di riposo forzato, vuole trascorrere qualche momento piacevole sul divano di casa. La pagina facebook e Instagram dell’istituto diventa subito il luogo di incontro dove tutto ciò avviene.

Il Galilei non si ferma e va oltre le lezioni a distanza attivate fin dai primissimi giorni della sospensione delle attività didattiche. Questo è un momento in cui i ragazzi sono invitati non solo a continuare il loro percorso di studi seppure tra mille difficoltà legate a questa emergenza ma anche a riflettere e perché no ad alleggerire queste giornate a volte interminabili a causa di queste legittime restrizioni“. Così introduce, il vicepreside prof. Aldo Emanuele, questa nuova iniziativa che coinvolge studenti e docenti del Galilei. Il dirigente scolastico, prof. Gian Carlo Vittone, ha subito approvato l’iniziativa: “Quando mi è stato proposto ho risposto che l’idea mi sembrava interessante. Ho subito pensato che questo è il momento per la scuola per offrire agli studenti quante più opportunità possibili. Dare dei buoni consigli di lettura vuoi di testi leggeri vuoi di testi più impegnativi è sempre una buona occasione per incrementare la propria crescita, specialmente se a darli sono non soltanto gli insegnanti di Italiano ma anche docenti di altre discipline che durante l’anno scolastico, dovendosi soffermare più sugli aspetti didattici, spesso sono visti dagli studenti come estranei e addirittura ancora meglio se proposti da altri studenti compagni di scuola”.

L’idea – prosegue la professoressa Roglio, ideatrice del progetto – mi è venuta parlando di letture coi ragazzi durante una lezione online, ho proposto loro di fare dei brevi video per condividere qualcosa di bello che avevano letto. Sono molto preoccupata per i segni che questo momento lascerà su di loro, così ho pensato che invitarli a leggere fosse un modo per “uscire” e pensare a qualcosa di bello potesse aiutarli ad essere un po’ più sereni“.

L’idea, partita in sordina, ha coinvolto diversi insegnanti che hanno accettato la sfida di mostrarsi in video raccontando e consigliando anche romanzi letti durante il loro passato da studenti. Genere? “Si va dai classici del passato ai romanzi epistolari, a quelli di attualità, al fantasy“. La prof.ssa Filippo, una delle docenti coinvolte nel progetto, ci dice: “I ragazzi in particolare hanno preso spunto dai testi di autori giovani. Diversi, infatti, i contributi degli studenti che, coinvolti dai loro docenti e entusiasti per questa novità si sono lanciati in questa sfida“.

Giulia Greco, studentessa dell’ultimo anno del Galilei, che consiglia la lettura di un bellissimo romanzo in cui vengono affrontate le ragioni di una scelta importante e forte da parte di due genitori, dice di essere “soddisfatta di questo nuovo modo di rapportarsi con gli allievi da parte dei docenti. La scuola ci manca tanto, in fondo per noi che la frequentiamo già da cinque anni è la nostra seconda casa. Queste iniziative ci fanno sentire, nonostante questo forzato distacco, vicini ed è la dimostrazione che al di fuori delle mura domestiche c’è comunque qualcuno che si occupa di noi. I professori sono sempre presenti in qualsiasi momento e penso che possiamo essere fieri della nostra scuola perché in pochi altri istituti c’è un attenzione verso gli studenti così importante!“.

Il vicepreside prof. Emanuele, nelle sue vesti anche di animatore digitale della scuola, raccolto il materiale, ha subito provveduto a confezionare i video in un modello riconoscibile dal punto di vista grafico. I consigli di galiLEO: questo il titolo del progetto.

Vi aspettiamo numerosi sui nostri social, facebook e Instagram, ad ascoltare e condividere quanto docenti e studenti propongono. Io mi sono già inoltrato – prosegue il prof. Emanuele – incuriosito da alcuni consigli, ad affrontare qualche piacevole lettura“. E allora buona lettura!

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.