AVIGLIANA E IL CASO DELLE INFEZIONI ALL’EX OSPEDALE: “RISCHIAMO DI PERDERE L’AMBULATORIO, IL COMUNE SI FACCIA SENTIRE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MATTEO BUSCIOLÀ 

AVIGLIANA – Durante il consiglio comunale di lunedì sera si è discusso del caso delle infezioni che hanno colpito alcune pazienti dell’ex ospedale, dopo essersi sottoposte ad interventi di cataratta. L’opposizione ha interrogato la maggioranza sui possibili sviluppi della situazione. L’assessore Arisio ha risposto che per il momento “tutti i pazienti sono stati trasferiti a Susa e che il servizio ad Avigliana è stato sospeso perchè  è stata aperta un’inchiesta da parte dell’Asl. Non si sa ancora quale sia stata la causa dell’infezione, ma è esclusa una contaminazione degli ambienti dove si sono svolte le operazioni”. Il consigliere di opposizione Toni Spanò ha chiesto che “la giunta comunale sia attenta e faccia sentire il suo peso a favore del mantenimento del servizio Avigliana, per evitare il rischio che l’ambulatorio venga trasferito definitivamente a Susa”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. In quella struttura seppur piuttosto nuova anche molto fatiscente, non c’è da stupirsi che la sporcizia sia tale da causare infezioni… comunque anche il servizio delle visite lascia molto a desiderare… dopo aver passato lì una mattinata, vieni via senza manco aver capito cosa hai realmente agli occhi e che tipo di occhiali ti servono, perché c’è un oculista che ti dice di andare a comprare gli occhiali in farmacia, con una superficialità veramente allarmante!! forse è meglio chiudere tutto piuttosto che rovinare gli occhi alla gente, però è molto triste che chi non ha 150 euro da regalare ad un oculista per una visita privata debba essere trattato così, pensiamo ai pensionati che ricevono 500 euro al mese, come fanno a rivolgersi a dei privati??

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.