AVIGLIANA, LA REGIONE E IL COMUNE INCONTRANO IL SENEGALESE AGGREDITO IN STAZIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA – Giovedì 27 dicembre l’assessore regionale Monica Cerutti ha incontrato Pape Bassirou Tine, il senegalese aggredito ad Avigliana il 17 dicembre. L’incontro è avvenuto in municipio, alla presenza del vicesindaco Paola Babbini, dell’assessore Enrico Tavan e del sindaco di Almese Bertolo (paese dove Pape risiede).

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Ma il tappeto rosso l’avete messo? E i petali di rosa da cospargere al passaggio del torturato ? Vi siete messi a 90 gradi ? A quando una messa per gli Italiani angariati dalle risorse ?

  2. mamma mia quanto casino x 4 schiaffoni , solo xche e un nero e dovete attirare l’attenzione”
    si evince dal suo perfetto stato fisico e dalla mancanza di evidenti segni che non lo hanno massacrato , e tanto meno e stato un pestaggio , e bisogna fare tutto rumore”

    fatelo diventare un nobel per la pace

    e la mancanza di equità che fa girare le palle alla gente non come vi mostrate , se al posto suo ci fosse stato un bianco e per bianco intendo rumeno albanese etc non per forza italiano , avrebbe fatto meno odience.
    ora essere neri e un fattore pubblicitario per questa schifosa valle piena di gente altrettanto schifosa

  3. I commenti a questa notizia e la temporanea popolarità dell’attuale governo, sono la dimostrazione di quanta ignoranza ci sia in giro in questo paese. Il razzismo che si annida dietro a certe esternazioni è solo una diretta conseguenza di una mancanza di istruzione, una scarsa cultura e un basso quoziente di intelligenza.

  4. Strano che per la vicenda del ragazzo che ha picchiato i bulli non si sia mosso nessun ente, ma anche per decine di problemi comuni che riguardano tante “categorie deboli”…sarà propaganda?? Certo che si, perché è l’anima del consenso del quale si nutre la politica.
    E io non sono contro l’immigrazione.
    Continuate pure a fidarvi della politica…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.