AVIGLIANA: “LA STRADA COME UNA PISTA DI FORMULA UNO, IL COMUNE INTERVENGA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

AVIGLIANA – Limiti di velocità non rispettati e una strada che sembra una pista di Formula 1. I residenti di via Prole sono ormai stufi. Negli anni tanti, troppi, animali domestici e selvatici sono morti a causa della velocità spropositata di auto e moto, che sfrecciano letteralmente sulla strada che si ricongiunge con via Grignetto, al fondo della zona industriale di Avigliana, e che porta al Lago Grande. Un problema che si protrae da tempo, tanto da portare i residenti a chiedere più volte all’amministrazione comunale il posizionamento di alcuni dossi o degli interventi per risolvere questo problema.

Nelle menti dei residenti è ancora vivo il ricordo dell’incidente avvenuto una notte di circa due anni fa, quando un’auto, che rientrava da un locale presente sul Lago Grande, ha sbandato ed è finita nel campo che affianca le case della strada. “Il limite posto su via Prole è di 30 km/h, ma sono veramente in pochi quelli che lo rispettano. Abbiamo paura che prima o poi qualcuno si faccia male“, fanno sapere alcuni residenti. “Queste due strade sono prive di marciapiedi e illuminazione. Proprio per questo motivo il problema diventa ancora più grande, in quanto la gente si trova a camminare sull’argine della strada. Strada che tra l’altro è collegata ai laghi di Avigliana, in quanto circoscrive il parco naturale, e al tracciamento della via Francigena. Non è inusuale infatti imbattersi in persone che praticano attività sportiva, soprattutto nei fine settimana“.

Una preoccupazione che non si limita soltanto alle vite dei propri amici a 4 zampe, ma soprattutto a quella di bambini e pedoni che frequentano abitualmente la zona. “E poi c’è il centro ippico – concludono – il quale ogni giorno deve far fronte, con i suoi associati, alle auto che sfrecciano davanti all’ingresso mettendo in pericolo cavalli, bambini e ragazzi che si approcciano ad uscire in passeggiate nei parchi, rischiando ogni volta investimenti per causa della velocità, evidenziando che già più di un cane ha perso la vita. Bisogna intervenire, se non vogliamo che questo possa capitare ai nostri figli o a qualsiasi associato“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. se il comune mette il velox…….fanno cassa- se mette i vigili…………..con tutti i problemi che ha il paese proprio lì devono stare -se mette i dossi ………..soldi pubblici buttati – Unica soluzione , fare una trincea larga 6 metri e profonda 4, con acqua e alligatori sul fondo.

  2. Il limite è dei trenta, e poverini i cavalli si spaventano, gli animali non possono correre liberi nella strada ma al guinzaglio, e per finire uno non può più nemmeno ubriacarsi che rischia di uscire fuoristrada la sera….. quanti problemi questa strada !
    ip proporrei una soluzione CHIUDERLA.
    come per il covid, che tutti stanno a casa (anziché costruire ospedali) qui si potrebbe chiudere la strada e si eviterebbero tutti i. problemi che ne dite. seguiamo la stessa procedura collaudata per il covid.
    lo so qualcuno mi dirà teniamola aperta almeno dalle 22 all 05 del mattino

    • caro Piedino qualcun’altro ti dirà :
      fossi in te mi chiuderei (io stesso non le strade) in casa io stesso…cosi almeno stai tranquillo.
      -le strade sono state inventate per percorrerle
      -i guinzagli sono stati inventati per usarli sui cani a maggior ragione se in strada.
      – ed i cavalli non sono nati li…

  3. Senso unico in uscita sul lago includendo anche via Bertassi di Sant’Ambrogio, meno macchine no passaggio uscita locali…meno pericoli

  4. Esiste un alternativa ,un semaforo che scatta il rosso se superi il limite di velocità , cosi sono tutti costretti a rispettare il limite in quanto fermarsi al semaforo e perdere più tempo di quanto n’è guadagni andando forte.

  5. Gabriele 2…….Poverino…chissà il dolore che hai provato….quando sei caduto dal seggiolone……
    BHO….stavolta ci stava, porta pazienza……

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.