AVIGLIANA, PARTE IL PROGETTO PER LA COLTIVAZIONE DEL FRUMENTO IN VAL SUSA. DOMANI LA PRESENTAZIONE IN COMUNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

INGRANIAMO_Avigliana_24_settembre_2015_Preparazione_alla_semina_2
di MARIO RAIMONDO

La scena, la visione bucolica è vecchia quasi quanto l’uomo… Col declinare veloce delle giornate, l’autunno porta con sé il tempo delle semine dei cereali, del frumento. La terra madida di rugiada, con le zolle appena arate, attende quei semi che mani operose lanciano nell’aria e che verranno ricoperte da un filo di terra… Saranno germogli prima e poi le messi dell’anno venturo. Il pane di domani. Oggi ovviamente l’aspetto bucolico non è più quello, perché alla fatica delle braccia si è sostituita la precisione della lavorazione meccanica: uguale però è la necessità di seminare il grano d’autunno. Per parlare di questo aspetto della vita agricola, l’Associazione Principi Pellegrini Divangazioni (www.divangazioni.org) propone il progetto “Ingraniamo”, del quale si parlerà nell’aula consiliare del Comune di Avigliana.

“Ai primi di ottobre – dice Carlo Guerra, dell’Associazione Principi Pellegrini – inizia il periodo della semina dei frumenti dei circa trenta coltivatori partecipanti e abbiamo bisogno di una base di conoscenze comuni, a partire dalle lavorazioni del terreno fino alle necessità delle concimazioni specifiche, passando per le tecniche di semina più adatte nelle nostre zone. Durante la serata saranno trattate quindi nozioni di agrotecnica specifiche per i cerali vernini, una introduzione alla tassonomia di cereali ‘storici’, alcune informazioni relative alla gestione ‘biologica‘ delle infestanti e su come preparare la semente per limitare l’insorgenza di eventuali funghi, origine di micotossine. I relatori, Federico Marinaccio e Valentina Sovrani, sono due agronomi che hanno conseguito un dottorato nella coltivazione dei cereali. La loro ‘lezione’ sarà corredata da alcuni interventi di coltivatori, relativi alle pratiche di sistemazione del terreno e piccola meccanizzazione. Il progetto “Ingraniamo” – conclude Carlo Guerra – vuol raggiungere l’obbiettivo di essere uno stimolo per la coltivazione dei cereali ‘storici‘ in montagna, vuole puntare alla riacquisizione delle competenze e conoscenze necessarie per ricostruire una filiera ‘corta’ che vada dalla semente, alla farina ed al pane. Per questo siamo anche alla ricerca di partecipanti, coltivatori e terreni, per riprodurre sementi di varietà ‘storiche’. A beneficio del territorio della Valle di Susa”.

Per gli interessati, appuntamento giovedì 24 settembre alle ore 21.00 presso l’aula consigliare del Comune di Avigliana.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.