AVIGLIANA, QUALE FUTURO PER LA COLLEZIONE DELL’ARCHEOLOGO BERTONE? LE IDEE DEL GRUPPO A3

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

di JESSICA VALERIANO

 

AVIGLIANA-L’Associazione Archeologica Aviglianese (A3) è stata incaricata dagli eredi dell’archeologo Aureliano Bertone di tutelare e e valorizzare l’archivio che egli ha raccolto durante la sua vita.

A3 è attiva dal 2013 sul territorio di Avigliana e l’archeologo Bertone era un amico comune di tutti i volontari. A maggio si celebrerà il secondo anniversario della sua morte, avvenuta dopo una lunga sofferenza a 58 anni, a causa di un tumore cerebrale. L’Associazione Archeologica di Avigliana desidera che il suo ricordo venga tenuto vivo attraverso la diffusione delle sue ricerche. Mosso da una profonda passione fin da piccolo, Aureliano Bertone già a 15 anni collaborava nello scavo archeologico in una grotta sopra Finale Ligure.

Dopo la laurea arriva in Valsusa dove, sullo scavo di Chiomonte, crea un bel gruppo con cui condividere la sua passione. In questo modo diventa molto conosciuto e stimato a seguito al suo carattere aperto e disponibile.

Grazie alle sue ricerche oggi si conosce molto di più dell’era preistorica in Valle: Bertone aveva infatti fondato il progetto DO.R.P. (Dora Riparia nella Preistoria) di cui fanno parte i siti della Maddalena a Chiomonte, gli Orridi di Chianocco e Foresto, Cascina Pariso a Susa, San Valeriano a Borgone, San Pancrazio a Villardora, il Musinè a Caselette, Monte Gioran a Rubiana e Colle Lombardo a Balmanera. A Villardora è stato inoltre aperto un museo dedicato a DO.R.P. contenente calchi e reperti preistorici valsusini. Generalmente i suoi studi erano autofinanziati, poiché il suo metodo preciso e rigoroso e la sua abitudine a non scendere a compromessi gli rendeva spesso difficile trovare accordi con le amministrazioni comunali.

Ma un’altra grande passione di Aureliano Bertone era la didattica: amava infatti trasmettere le sue conoscenze e teneva alla crescita scolastica dei suoi alunni. Bertone era infatti professore di lettere all’Istituto Boselli ma creava spesso progetti in altre scuole di qualsiasi grado per avvicinare i ragazzi all’archeologia.

L’Associazione Archeologica Aviglianese ora ha preso in carico, sotto richiesta della sorella Raffaella, erede di Aureliano Bertone, l’intera sua collezione di scritti, studi e reperti vari. Finora, dopo la morte dell’archeologo è stato creato un progetto condotto da Giorgio Fea, numismatico, e dal Museo Civico Adriani di Cherasco: oltre 500 monete antiche da tutto il mondo e provenienti dalla collezione di Aureliano Bertone sono state donate al museo, dove presto ci sarà l’allestimento della mostra.

Ora l’appello di A3 ai volontari, alle amministrazioni comunali e agli enti pubblici è quello di essere aiutati a tutelare e valorizzare il lavoro dell’archeologo Bertone (ora conservato in locali asciutti per volere degli eredi, in modo da preservare intatto l’intero archivio), nonché renderlo fruibile ad appassionati e studiosi dopo avere svolto una catalogazione e un invetario: il materiale è tanto, dunque servono personalità esperte per sistemarlo.

Un altro obiettivo è quello di permettere alle istituzioni di esaminare il materiale e accertarne l’interesse storico e archivistico. Nel caso in cui alcune parti del materiale dovessero essere consegnate allo stato, A3 sarebbe ben felice di farlo.

Tra i programmi futuri dell’Associazione Archeologica c’è quello di proseguire il programma di ricerca DO.R.P., proseguendo gli studi di Aureliano, nonché di organizzare un ciclo di eventi in sua memoria allo scopo di comoscere il passato remoto valsusino e la persona stessa di Aureliano Bertone.

A3, da quattro anni presente in territorio aviglianese, collabora col comune e con gli enti preposti (Sovrintendenza Archeologica, piano Tesori d’Arte e Cultura Alpina) per organizzare eventi di sensibilizzazione e conoscenza del patrimonio artistico valsusino e ad argomnto archeologico. Le attività sul territorio seguono quattro filoni: ricerche e studi in campo archeologico; visite accompagnate sui siti ed escursioni a tema archeologico (ad esempio gli Archeo-Apericena); il supporto attivo al progetto Camping Jo di Avigliana; a partire da quest’anno inoltre sono state avviate in collaborazione con l’istituto Gelilei di Avigliana delle attività didattiche nell’ambito del progetto scuola-lavoro per introdurre i ragazzi al mondo dell’archeologia e spiegare loro come si svolge uno scavo.

Di seguito i nomi del direttivo di A3, della sorella e degli amici di Aureliano:

 

A3:

Davide Gazzola

Pierangelo Blandino

Augusto Vergnano

Luca Brunatti

Andrea Bianco Dolino

Sara Cappellato

Isabella Atzori

 

Sorella di Aureliano:

Raffaella Bertone

 

Amici di Aureliano:

Rosangela e Maurizio Ferraris

Giovanni De Grandi

Paola Novarese

Marina Bert e Gianni Bert

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.