AVIGLIANA, SCUOLE PREMIATE AL CONCORSO DEL REGINA MARGHERITA “UN NATALE SOSTENIBILE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CINZIA DEBERNARDI

AVIGLIANA – Le scuole dell’infanzia Airone e Rodari e Don Campagna e le due classi prime della scuola primaria Berti quest’anno sono state fra le 150 scuole piemontesi che sono riuscite ad aderire al progetto “Un Natale Sostenibile”, promosso dalla Fondazione Forma, che si occupa di migliorare la permanenza dei bambini in ospedale.

Il progetto prevedeva la realizzazione di una mole, simbolo di Torino, partendo da un kit di materiale di riciclo uguale per tutti e poi ogni classe la doveva personalizzare in modo creativo ed unico, usando solo ed esclusivamente “ciò che non serve più ma a cui posso dare nuova vita”. E che vita!!! Sono nate moli davvero spettacolari: colorate, creative, simpatiche, divertenti e fantasiose. Domenica 3 dicembre, in occasione dell’ottavo raduno dei Babbi Natale in Piazza Polonia, mentre i bimbi ospedalizzati guardavano dalle vetrate gli oltre sedicimila Babbi Natale che dalla piazza li salutavano e cercavano di trasmettere il loro calore (il rosso non è forse il colore dell’amore e dell’affetto?) e una squadra di supereroi si calava dal tetto del Regina Margherita, le centocinquanta moli erano esposte al pubblico ivi presente.

Un’emozione grande, immensa ed unica. E per le scuole di Avigliana lo è stata ancora di più: il primo premio per le moli delle scuole dell’infanzia è andato alla scuola Airone, che ha elaborato la mole con obsolete videocassette facendola diventare un cinema in miniatura con tanto di piccole poltroncine; il secondo premio dell’infanzia è andato alla scuola Rodari, la cui mole rappresentava il sorriso dei bimbi di tutto il mondo (i bimbi dovrebbero sempre e solo sorridere, ma non per tutti è così). Anche la mole, pur se non sul podio, della scuola Don Campagna, era davvero unica nel suo genere, traeva spunto dalla “Notte stellata” di Van Gogh: piccoli bambini di plastica hanno scalato la mole insieme per arrivare alle stelle.

La mole della classe prima A della Berti si è aggiudicata il premio “simpatia” perché ha assunto le caratteristiche somatiche cino-giapponesi ed era dedicata ai bimbi “con AMOLE”. La mole della prima B della scuola primaria Berti era un tripudio di materiali diversi, di colori e di parole della gentilezza e della bontà. Le moli sono poi andate all’asta e il ricavato andrà alla Fondazione Forma che si occupa appunto di rendere “più leggero” il ricovero dei bambini al Regina Margherita. Notizia bella fra le notizie belle: un genitore della scuola Berti ha partecipato all’asta e si è aggiudicato la mole della classe prima A ed ha comunicato che la donerà alla scuola Berti, dove è stata creata e plasmata. Alla bontà non c’è mai fine: il Bene chiama il Bene.

Complimenti a tutti i bambini di Avigliana e alle loro insegnanti che si sono messe in gioco ottenendo ottimi risultati. Quel tale diceva che “a far del bene, alla fine, si sta meglio nel cuore e nell’animo”… e forse aveva ragione!

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.