AZIENDA DELLA VALSUSA OTTIENE 3,4 MILIONI DI EURO DI AGEVOLAZIONI PER LO SVILUPPO: CREERÀ 46 POSTI DI LAVORO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SANT’AMBROGIO – Invitalia, l’agenzia nazionale di sviluppo del Ministero dell’Economia, ha deliberato quattro nuovi “Contratti di sviluppo” per un totale di 40,5 milioni di euro di agevolazioni, di cui 20,5 milioni a fondo perduto. Grazie a questa iniziativa sono previsti 177 nuovi posti di lavoro.

“Le agevolazioni consentiranno di avviare una serie d’investimenti per il rinnovo tecnologico, l’incremento e l’efficienza energetica e per la riduzione dell’impatto ambientale su tutto il territorio nazionale” spiegano in una nota dall’agenzia nazionale.

Tra i 4 nuovi contratti in tutta Italia c’è anche un’azienda della Valsusa: lo stabilimento dell’Agla Power a Sant’Ambrogio di Torino, che dal 1991 produce componenti per i motori. “Le agevolazioni consentiranno di sviluppare ulteriormente la ricerca – spiegano dall’agenzia del ministero – per innovare i prodotti destinati alle più grandi case automobilistiche mondiali: Jaguar, Audi, Fiat, alla General Motors, alla Maserati”.

Il “Contratto di Sviluppo” permette all’agenzia Invitalia di sostenere gli investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale. L’investimento complessivo minimo richiesto all’azienda partecipante è di 20 milioni di euro.

L’azienda della Valsusa Agla Power ha ottenuto un’agevolazione complessiva a fondo perduto di circa 3,4 milioni di euro (di cui 1,9 per l’investimento produttivo e 1,5 per il progetto di ricerca e sviluppo). Grazie a questo progetto saranno creati altri 46 posti di lavoro nello stabilimento.

Come spiega l’agenzia Invitalia, “il Contratto di Sviluppo prevede le seguenti agevolazioni finanziarie: contributo a fondo perduto in conto impianti, contributo a fondo perduto alla spesa, finanziamento agevolato e contributo in conto interessi. L’entità degli incentivi dipende dalla tipologia di progetto (di investimento o di ricerca, di sviluppo e innovazione), dalla localizzazione dell’iniziativa e dalla dimensione di impresa”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Duecento ventottomila ottocentotredici euro virgola cinquantasei centesimi per ciascun nuovo posto di lavoro.
    Ben vengano investimenti a così alta incidenza occupazionale.

    Propongo un paragone con:
    F35 – spesi quattro miliardi e cento milioni di euro al 2017 con nuovi mille seicento posti di lavoro.
    Due milioni cinquecento sessantadue mila euro per ciascun posto di lavoro.
    Dopodiché colossali costi di esercizio e manutenzione per velivoli dalla scarsa attitudine al volo.

    Tunnel di base TAV TO-LIONE – previsti otto miliardi e duecento milioni di euro per novecento posti di lavoro scarsi per dieci anni.
    Annualmente ogni posto di lavoro costerebbe novecento undicimila cento undici euro virgola undici centesimi.
    Dopodiché il nulla salvo inesplorate opportunità di felling tra Susa e Saint Jean de Maurienne.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.