BARDONECCHIA: CAMPIONATI NAZIONALI UNIVERSITARI, IL VALSUSINO GIOVANNI BORSOTTI PRIMO NELLA CLASSIFICA ASSOLUTA MASCHILE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Giovanni_Borsotti_1Gigante_FIS_M_CNU_05_03_2015_1

di MICHELE FASSINOTTI

Uno splendido sole ha accompagnato la terza giornata di gare della cinquantacinquesima edizione dei Campionati Nazionali Universitari Open di sci alpino, organizzati dal CUS Torino ed indetti dal CUSI a Bardonecchia. Grandi numeri per il Gigante FIS che si è disputato sulla pista 25 bis del Melezet e che ha assegnato anche i titoli universitari: 168 atleti (127 uomini e 41 donne) al cancelletto di partenza, con sciatori provenienti anche da Spagna, Cile, Australia, Svizzera, Francia e Andorra.

Il livello tecnico è stato molto alto soprattutto in campo maschile, perché la classifica assoluta FIS ha visto primeggiare in 1’,55”,14/100 un atleta di casa, l’azzurro Giovanni Borsotti (Carabinieri). Il Carabiniere bardonecchiese ha staccato di 47/100 il lombardo Michelangelo Tentori (Sci Club Lecco), il quale però si è portato a casa la medaglia d’oro universitaria, chiudendo la gara in1’,55”,61/100. Al terzo posto della classifica FIS c’è il finanziere Stefano Baruffaldi, ad 1”,27/100 dalla vetta. Quarto assoluto è il Carabiniere di Claviere Adam Peraudo, staccato di 1”,29/00 da Borsotti. Nella classifica dei Campionati Nazionali Universitari al secondo posto c’è il quinto assoluto, Guglielmo Bosca (Centro Sportivo Esercito), staccato di 1”,20/100. Terzo nella classifica degli universitari, ad 1”,28/100 da Tentori, è il fossanese Luca Riorda, tesserato per il Centro Sportivo Esercito ma in questo caso in gara come rappresentante del CUS Torino, in quanto studente della Facoltà torinese di Giurisprudenza. Riorda ha chiuso al sesto posto assoluto. Michelangelo Tentori, ventitreenne lombardo iscritto al terzo anno di Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università Milano Bicocca, era già stato protagonista nel mese scorso all’Universiade di Granada, con due ori e un bronzo. “Sono soddisfatto, perché ho fatto davvero una bella gara su di una pista che si presentava in condizioni perfette. Avevo fatto un pensierino anche alla classifica open, ma Borsotti ha sfoderato una grandissima seconda manche. Domani proverò a bissare il titolo in Slalom anche se per me sarà più dura”. Tentori è salito sul secondo gradino del podio nella graduatoria open grazie anche all’ottima prima manche, chiusa al comando con 32/100 di vantaggio Borsotti, il quale ha colmato lo svantaggio con una strepitosa seconda manche. “Questa gara è stata un ottimo allenamento in vista del gigante di Coppa del Mondo di Kranjska Gora (sabato 14 marzo), in cui spero di centrare la qualifica per le finali di Meribel. – ha raccontato Borsotti a fine gara – È stata una battaglia accesa, perché Tentori mi ha dato del bel filo da torcere su di un tracciato duro e mosso come quelli che si trovano in Coppa del Mondo. Domani sarà divertente misurarmi in slalom in cui spero in futuro di poter dire la mia. È stato bello vedere mia sorella Camilla come apripista e mi auguro che nella prossima stagione torni ai suoi livelli così come trovare i miei nonni al traguardo a fare il tifo per me”.

GUARDA LA FOTOGALLERY CAMPIONATI NAZIONALI UNIVERSITARI

In campo femminile, grazie ad un’ottima seconda manche, Costanza Oleggini, da quest’anno portacolori dell’Equipe Limone, è risalita dalla quarta alla prima posizione, aggiudicandosi sia la classifica open che il titolo universitario, con il tempo totale di 2’,01”,38/100. “Mi sono rifatta dell’uscita di ieri nella prima manche e questo titolo mi ripaga dopo una stagione molto sfortunata, in cui sono stata debilitata dalla mononucleosi” ha spiegato la ventenne spezzina, che studia Scienze Motorie all’Università telematica San Raffaele, che le permette di allenarsi e gareggiare con la squadra del Comitato FISI Alpi Occidentali. Secondo posto in entrambe le classifiche, ad appena 6/100 dalla Oleggini vetta per la Senior canavesana Clelia Bagnasacco, ex atleta di punta della squadra del Comitato tesserata per lo Sci Club Sansicario Cesana, che nei Campionati Universitari rappresenta però il CUS Torino, essendo iscritta alla Facoltà di Scienze Motorie dell’Università subalpina. Sul terzo gradino del podio assoluto è salita Francesca Curletti (Lancia), staccata di 26/100, mentre la terza nella classifica dei Campionati Universitari è Jessica Mazzocco (Sestriere – Università Telematica San Raffaele), a 29/100 dalla Oleggini.

Oggi gli atleti sono stati premiati dal presidente della commissione tecnica CUSI Mauro Nasciuti, dal presidente del CUS Torino Riccardo D’Elicio, dal colonnello Alberto Minati (Comandante del Centro Sportivo Carabinieri) e dal consigliere federale della FISI Gianfranco Martin (argento in combinata alle Olimpiadi di Albertville nel 1992). Domani mattina al Melezet si torna in pista per lo Slalom, mentre alle 14,30, al Palazzo delle Festedi Bardonecchia il CUS Torino organizzerà un forum dei CUS sull’efficientamento energetico e la modernizzazione degli impianti sportivi. Parteciperanno tra gli altri anche il Presidente del CUSI Lorenzo Lentini, il presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali Pietro Marocco, il sindaco di Bardonecchia Roberto Borgis, il presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus, il Magnifico Rettore del Politecnico di Torino Marco Gilli ed il direttore generale dell’Università di Torino Loredana Segreto. La giornata si concluderà alle 18 con lo spettacolo gratuito, sempre a Palazzo delle Feste, della Paranza del Geco.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.