BARDONECCHIA, IN 500 PER IL TEST SIEROLOGICO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BARDONECCHIA

BARDONECCHIA – Poco meno di cinquecento persone, con una leggera predominanza di villeggianti rispetto ai residenti, nell’ambito del “Progetto Bardo SiCura”, hanno usufruito dell’opportunità offerta dal Comune di Bardonecchia e dalla Croce Rossa Italiana, Comitato di Bardonecchia, presieduto dalla dottoressa Francesca Guarnier Cometti, di sottoporsi nella giornata di sabato 12, ai test sierologici svoltisi nella Sala Giolitti del Palazzo delle Feste, sala debitamente attrezzata, per effettuare l’indagine di siero-prevalenza per il Covid-19.

Le prenotazioni, lo svolgimento dei test, dei prelievi con il relativo esito delle analisi in quindici minuti, hanno fattivamente coinvolto i dipendenti comunali ed oltre cinquanta volontari appartenenti alle diverse associazioni operanti nella Conca. Il fondamentale contributo medico-scientifico per lo screening, è stato fornito dallo staff del professor Giovanni Di Perri, Virologo e Responsabile malattie infettive dell’Amedeo di Savoia. La seconda e decisiva fase delle operazioni, è stata posta in essere dallo staff della dottoressa Valeria Ghisetti, sempre molto sensibile a sostenere le analisi sul territorio, Direttrice del laboratorio di virologia dell’Amedeo di Savoia, punto di riferimento a livello nazionale. Ciò, ha permesso la rapida refertazione dei tamponi di persone positive allo screening, con alta professionalità e precisione clinica.

Francesco Avato, il sindaco, con al fianco Chiara Rossetti, sua vice e Piera Marchello, assessore comunale alle Politiche Sociali, al termine dell’intensa giornata, hanno voluto ringraziare tutti i professionisti ed i volontari intervenuti. “Questi test sono stati realizzati soprattutto grazie alla grande collaborazione corale prestata gratuitamente dalle varie associazioni operanti sul territorio – ha detto il sindaco – Un sentito grazie ai medici dell’Amedeo di Savoia dott.ssa Laura Trentini e dott. Roberto Bertucci, questi anche in veste di Referente Sanitario Cri Piemonte, al Comitato Cri di Bardonecchia ed ai suoi Volontari, al Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana impegnate nei prelievi, all’Esercito Italiano, nella persona del tenente colonnello Gianpaolo Sioni, comandante della Base Logistico Addestrativa di Bardonecchia, all’Avis, alla Caritas, al Gis (Gruppo Intervento Sociale), alla Pro Loco, ai Vigili del Fuoco, alla Polisportiva Bardonecchia, alla Protezione Civile ed a tutti i volontari”.

Non è stato facile organizzare questi test sierologici – sostiene Piera Marchello, visibilmente soddisfatta – pertanto sono molto contenta perché tutto, nel pieno rispetto delle vigenti norme anti-pandemia, è andato molto bene. Stiamo lavorando per organizzare una giornata di test sierologici aperti a tutti anche nella prossima stagione invernale. ll “Progetto Bardo SiCura”, iniziato a maggio, continua con altre interessanti iniziative”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.