BARDONECCHIA, LA MATURITÀ ALL’ISTITUTO FREJUS: PARLANO GLI STUDENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di THOMAS ZANOTTI

BARDONECCHIA – Il tanto atteso esame di maturità finalmente è arrivato per numerosi studenti di tutta Italia e per loro non è mai facile. Anno dopo anno, tocca a tutte le ragazze e tutti i ragazzi allo stesso modo: ansia, agitazione, mani sudate o stomaci contratti. E la maturità degli ultimi anni forse è stata ancora più difficile del solito, perchè hanno dovuto fare i conti con i problemi di connessione, la lontananza e lo sforzo di continuare comunque a studiare con lo stesso impegno.

Anche l’Istituto Frejus di Bardonecchia ha aperto i battenti per gli esami di maturità 2021. Dopo lunghi mesi di didattica a distanza e molte incertezze, i ragazzi hanno affrontato il colloquio orale della durata di circa un’ora nella mattinata di sabato 19 giugno.

Come per lo scorso anno ad attendere professori, studenti e personale scolastico c’erano percorsi differenziati per l’entrata e l’uscita. Ogni studente è potuto entrare nell’istituto bardonecchiese al massimo 15 minuti prima dell’orale. Una volta conclusa la prova, il maturando ha dovuto lasciare immediatamente la struttura per evitare assembramenti.

L’INTERVISTA AI MATURANDI

Che cosa avete scelto di presentare agli insegnanti?

Andrea Bondi di Oulx: Per questi esami di maturità ho portato un elaborato di economia aziendale sulle scritture di assestamento e poi le varie domande effettuate da loro in tutto l’ambito scolastico effettuato.

Greta Bado di Bardonecchia: Ho presentato l’elaborato che riguarda il sistema informativo direzionale e la contabilità gestionale di economia aziendale.

Marta Simeoni di Bardonecchia: Ho portato un elaborato sul TFR, quindi un argomento che riguarda la materia d’indirizzo ossia economia aziendale e poi ho portato anche il PCTO cioè le mie competenze trasversali e i lavori extra scolastici.

Siete soddisfatti della vostra prestazione?

Andrea: Si. Poteva andare meglio, ma sono soddisfatto.

Greta: Molto.

Marta: Si molto. Sono molto contenta di come sia andata.

Che impressione avete avuto dell’esame in questa situazione di emergenza?

Andrea: Diciamo che è stato molto difficile quest’anno con tutto il periodo dovuto alla pandemia però sono soddisfatto.

Greta: Diciamo che siamo stati agevolati per il fatto che abbiamo passato comunque uno/due anni in DAD. Tutto questo ci ha portato a fare molte più interrogazioni orali e quindi fare gli scritti sarebbe stato molto più difficile per noi. In generale sono molto contenta di come sia andata.

Marta: Possiamo dire che siamo stati un po’ agevolati. La prova consisteva in un’orale e non ci sono stati quelli scritti. Comunque sia abbiamo faticato lo stesso però l’ho vissuta, a parte l’ansia, con calma con tutti i nostri professori che ci hanno messo a nostro agio.

Qual è stato il momento più difficile durante il colloquio?

Andrea: Sicuramente discutere del testo di letteratura e dell’articolo, precisamente della fotografia presentata dagli esaminatori.

Greta: L’inizio. Entrare perchè con l’ansia e iniziare a presentarsi per poi discutere quello è stato abbastanza difficile. Dopo che si è cominciato a parlare tutto si è risolto.

Marta: Trovare i collegamenti fra tutte le materie. Quello è stato il momento più difficile.

Come vi sono sembrati gli esaminatori?

Andrea: Essendo tutti interni e conoscendoli già come professori sono stati molto bravi.

Greta: Molto bravi. Sono i miei professori interni quindi sono molto legata a loro e li ho conosciuti già tutti. Il presidente non lo conoscevo ovviamente, ma anche lui è stato molto cordiale, non mi ha messo in situazione di ansia ed è riuscito a tranquilizzarmi.

Marta: Bene. Sono stati bravissimi.

Progetti per il futuro. Intendete continuare a studiare o preferite fare qualcos’altro?

Andrea: Credo che continuerò a studiare e mi dedicherò comunque facendo il designer edile. Mi piacerebbe intraprendere questo viaggio verso l’architettura.

Greta: Andrò all’Università IULM di Milano a fare comunicazione d’imprese e relazioni pubbliche.

Marta: Vorrei intraprendere una carriera militare e quindi continuare anche con gli studi.

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Rispondi a Gabriele 2 Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.