BARDONECCHIA, “UN ANNO IN PIEMONTE” CON GANDOLFO E I GIORNALISTI DELLA VALSUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di BEATRICE D’ALESSANDRO

BARDONECCHIA – Il 26 dicembre è stato presentato a Bardonecchia, presso il Palazzo delle Feste, il nuovo libro di Beppe Gandolfo dal titolo “Un anno in Piemonte – 2019”. Il volume racconta la svolta che la nostra regione ha vissuto nell’ultimo anno: dopo anni di governo di centrosinistra guidato da Sergio Chiamparino, è giunto a piazza Castello l’albese Alberto Cirio, rappresentante di centrodestra.

Alla presentazione hanno partecipato l’autore Beppe Gandolfo, giornalista Mediaset, il sindaco Avato e i giornalisti delle testate della Valsusa, tra cui il direttore di ValsusaOggi Fabio Tanzilli.

Un incontro ricco di spunti, durante il quale si è parlato anche delle prospettive della Valsusa dal punto di vista turistico, economico e dei problemi del territorio.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

Sono tanti i cambiamenti avvenuti nella nostra regione: la Fiat-Chrysler va a nozze con il gruppo francese Peugeout-Citroen-Opel, Massimiliano Allegri dice addio alla Juventus. Dopo l’esclusione dalle Olimpiadi Invernali del 2006, Torino si aggiudica le ATP Finals di Tennis per cinque anni, a partire dal 2021.

Dopo anni di scontri, manifestazioni e polemiche riguardanti il progetto Tav, il presidente del consiglio Giuseppe Conte annuncia che i lavori proseguono. Interrompere ora i cantieri costerebbe più che proseguire i lavori; sulla vicenda Tav cade il governo giallo-verde, ma la notizia delle nuove gare in appalto di partenza trova consensi e soddisfazione nel Piemonte.

“Un anno in Piemonte – 2019”, libro giunto alla diciottesima edizione, racconta dal 2002 ciò che avviene nella nostra terra ogni anno. L’autore Beppe Gandolfo, torinese di 60 anni, è corrispondente Mediaset del Piemonte e Val d’Aosta. Annualmente si impegna a raccogliere notizie, informazioni e commenti di tutti gli avvenimenti della Regione. Il 2019 è stato ricco di cambiamenti: sarà interessante analizzarli uno per uno, grazie alla nuova pubblicazione dell’autore torinese.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.