BONUS PIEMONTE: “ESCLUSE CIRCA 450 CATEGORIE COMMERCIALI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di SARAH DISABATO (Consigliera M5S Piemonte)

TORINO – Troppi gli esclusi dal bonus del “Riparti Piemonte” e nessuna risposta pervenuta a seguito delle nostre domande sui criteri di selezione dei beneficiari. La seduta legislativa in Consiglio Regionale si è conclusa con la bocciatura di tutti i nostri emendamenti.

Gli agenti del commercio, i liberi professionisti, gli intermediari, gli operatori del turismo, i mediatori immobiliari, i laboratori artigianali, la stragrande maggioranza del comparto del commercio al dettaglio e tante altre realtà duramente colpite dall’emergenza che non potranno accedere al contributo non hanno forse gli stessi diritti dei lavoratori e delle imprese incluse? Perché queste disparità? Con quale criterio sono stati selezionati i beneficiari?
Senza un metodo vien da pensare che la scelta sia avvenuta del tutto a discrezione della politica di centrodestra. E la campagna pubblicitaria diffusa via social network con gli elenchi scarni delle categorie incluse nel bonus e i faccioni sorridenti di alcuni esponenti della Giunta non aiutano a smentire questa tesi.

Abbiamo comunque provato a metterci una pezza, a chiedere di accontentare una più vasta platea provando a ridistribuire i fondi che c’erano con lo stesso criterio utilizzato dal governo centrale: meno soldi ma per tutti. Niente da fare, emendamenti bocciati e quasi 450 categorie escluse.

Fortunatamente da Roma arriverà un paracadute da 55 miliardi di euro per tutelare tutte le imprese, tutte le famiglie e tutti i lavoratori dai danni del Coronavirus e a questo punto dai danni dovuti alle mancanze della Giunta Cirio.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Ma veramente stiamo ancora aspettando il fronte di fuoco del governo? Cerchiamo di non fare politica anche sulla pelle dei cittadini, dovreste solo vergognarvi.
    Le regioni fanno ciò che possono, sicuramente piano piano ( al governo abbiamo dato 3mesi ed a tutt’ora, solo il 40% ha ricevuto gli aiuti tanto acclamati) quindi possiamo dare tempo anche alle regioni. Ma si sa, fare politica a tutti i costi.

  2. Il #bonuspiemonte crea lavoratori di serie A e lavoratori di serie B. Ho creato un canale telegram per coordinare una possibile azione comune e per mettere in comunicazione gli esclusi dal provvedimento BONUS PIEMONTE https://t.me/atecoesclusipiemonte abbiamo subito un danno comune, ma c’è ci sarà aiutato e chi no! Iscriviti e condividi! Facciamoci sentire tutti insieme! #gliatecodiserieb

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.