BORSE DI STUDIO PER SPORTIVI A BARDONECCHIA, LA BORSOTTI CHIEDE AL COMUNE DI CAMBIARE REGOLE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MONICA BORSOTTI (Consigliere di minoranza Bardonecchia)

In relazione alle ripetute accuse che la maggioranza ha rivolto all’opposizione di non avere mai formulato idee propositive , in data 30 Luglio 2015 durante il Consiglio Comunale ho presentato una “proposta di modifica dei criteri e modalità per la concessione di 30 Borse di studio/sport a giovani atleti residenti a Bardonecchia”.
In quella sede tutta la maggioranza, l’assessore competente ed il Sindaco hanno espresso parere favorevole alla valutazione di tale proposta .
Nel verbale n.141 del 18 Novembre 2015 avente ad oggetto “borse di studio studenti-atleti approvazione criteri e modalità per la concessione di 30 borse di studio e domanda di partecipazione a.s. 2015/2016″,
non viene fatto alcun riferimento alla proposta da me consegnata in sede di Consiglio Comunale; dallo stesso risulta che i criteri sono identici all’anno precedente.
A quanto pare questa Amministrazione è propositiva solo nelle parole ma non nei fatti.
Ritengo opportuno mettere a conoscenza il pubblico della mia richiesta di modifica , la quale verteva su alcuni punti che esprimo qui di seguito:
1) Borse di studio Atleti – studenti anzichè Studenti -Atleti viste le difficoltà che ci sono in Italia per poterconciliare  le esigenze sportive con quelle di studio.
2) punto b) dei criteri ” esser stati ammessi nel mese di Giugno dell’anno scolastico in corso alla classe successiva con una media non inferiore al 7,50″ ritenendo tale media eccessivamente elevata per un atleta di livello, proponevo di non scartare le medie più basse ma attribuire comunque un punteggio inferiore tipo: 6/6,50 punti 10 ; 6,50/7 punti 20 ; 7,50/8 punti 40
3) punto d) ” dal 1 agosto al 30 Luglio dell’anno successivo” ritenendo tale periodo eccessivamente ampio in relazione alle diversità esistenti tra le varie discipline sportive proponevo una diversificazione delle stagioni ed una valutazione differenziata dei vari sport in funzione dei tesseramenti delle relative Federazione. (Fondo, calcio balilla, yudo, Sci Alpino etc)
4) punto 7) “l’importo stanziato pari a € 15.000 per 30 borse di studio da € 500 cad. o un massimo di
€ 1500”. Considerato che le valutazioni vengono fatte con dei punteggi anche il contributo dovrebbe esser dato in percentuale al punteggio raggiunto.
5) Ad oggi il merito sportivo pesa per il 40% e quello scolastico pesa per il 60% , proponevo di portare entrambe le percentuali al 50%
6) punto 10) – proponevo che l’approvazione della graduatoria aventi diritto sia fatta da una commissione esterna, di riconosciuta competenza alleggerendo il lavoro dell’ufficio ad oggi preposto.

In conclusione ritengo opportuno evidenziare come considerando le assegnazioni fatte quest’anno , le mie proposte, qualora approvate, determinerebbero il riconoscimento della borsa di studio anche alla maggior parte dei ragazzi esclusi .
Mi dispiace che l’amministrazione forse per motivi personali, non abbia neanche valutato la proposta in Giunta , visto il periodo che stiamo vivendo lo sport può essere una buona ancora di salvezza per i giovani del territorio.
Ringrazio per chi ha avuto la voglia di soffermarsi a leggere quanto scritto e per chi volesse approfondire i vari criteri di valutazione si possono trovare nel sito del Comune.
​​​​​​​​​​porgo distinti saluti.
consigliere comunale di Bardonecchia
​​​​​​​​​​Monica Borsotti

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.