VIDEO / BRUCIANO DI NUOVO I CASSONETTI DEI RIFIUTI A GIAVENO: LA RABBIA DEI RESIDENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il residente di Roccette mostra i rifiuti che stavano prendendo fuoco

di PAOLA TESIO

GIAVENO – Bruciano nuovamente i cassonetti dei rifiuti in borgata Roccette, spenti per l’ennesima volta da un residente. Ne era stata data notizia in passato proprio da ValsusaOggi, lo scorso  16 dicembre, quando  era addirittura andata a fuoco un’auto. L’area dei bidoni è situata nel parcheggio della borgata e manca  un’adeguata protezione che separi la zona dalle auto: “ Il più delle volte i bidoni vengono posizionati a ridosso delle auto senza rispettare l’adeguata distanza – spiega un residente – più di una volta quando vengono svuoti dalla  ditta li ritroviamo accostati alle auto”.  Le linee guida a livello nazionale prevedono che i cassonetti debbano essere collocati fuori dalle carreggiate e dai posti auto e posizionati in modo tale da non comportare pericolo o ostacolo alla sicurezza e alla viabilità, inoltre  la zona  dovrebbe essere delimitata da segnaletica orizzontale tramite una striscia gialla continua.

Purtroppo i roghi paiono essere determinati dall’abitudine di gettare ceneri o tizzoni ardenti nell’immondizia senza fare le dovute attenzioni. Oggi è intervenuto un abitante che si è accorto del fumo e del forte odore  di plastica bruciata ed ha agito immediatamente rivoltando il contenuto del bidone vicino alla fontana, coprendolo di acqua: É già successo altre volte io personalmente l’ho spento già due volte, prima che divampasse vicino alle auto, però se capita di notte o quando non c’è nessuno il rischio è che il fuoco possa estendersi ai veicoli parcheggiati, come già capitato”. La scorsa volta per scongiurare l’incendio, che dal cassonetto si era diffuso ad un furgone parcheggiato, i residenti hanno dovuto utilizzare i propri estintori, evitando danni maggiori dato che  le fiamme erano già entrate nell’abitacolo, e stavano raggiungendo il serbatoio.  Interpellando altri cittadini si evince che gli episodi sarebbero molti di più, perché altre persone erano già intervenute più volte a sedare l’inizio della combustione. I cittadini sperano che si provveda alla messa in sicurezza dell’area anche provvedendo all’installazione di telecamere. In caso di incendio, come già accaduto, i vigili del fuoco impiegano del tempo a raggiungere la borgata, pertanto i residenti  suggeriscono la dotazione di estintori o bocchettoni di emergenza nell’abitato.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.