BUFALA DELLE MASCHERINE TOSSICHE, LA REGIONE: “DENUNCEREMO CHI DIFFONDE VIDEO FALSI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla REGIONE PIEMONTE

TORINO – “Stiamo procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa di aver distribuito mascherine tossiche alla popolazione piemontese”. L’Assessore alla Protezione Civile della Regione Piemonte Marco Gabusi non lascia dubbi sulla falsità e sul pericolo del video denuncia che circola sul web da ieri riguardante le mascherine della Regione Piemonte trattate con il metodo Sanitized TH 22-27 a base di zinco piritione. Facendo leva sulla natura tossica dello zinco piritione, il video insinua un’azione irresponsabile e dannosa da parte della Regione Piemonte nei confronti dei cittadini.

“I cittadini devono conoscere la verità su questo tema – continua l’Assessore Gabusi – Le mascherine non sono assolutamente tossiche: il trattamento Sanitized TH 22-27, che contiene una piccola dose di zinco piritione, è considerato ‘necessario’ per avere un tessuto antibatterico e antivirus. Abbiamo una pila di documenti che dimostrano come il Sanitized TH 22-27 non solo abbia tutte le certificazioni di legge, ma siano addirittura superiori a quelle richieste per le mascherine ad uso sociale. Abbiamo analizzato tutte queste prove e certificazioni, ma non oggi, bensì prima della produzione”. Nove certificazioni, tra cui quella per il trattamento Sanitized, oltre ad una serie di test di laboratorio in Italia e all’estero e le schede di sicurezza, attestano la sicurezza del prodotto.

“Non sono le mascherine ad essere tossiche – conclude l’Assessore Gabusi – ma le persone che diffondono contenuti falsi e generano accuse ingiustificate. È patetico e vergognoso l’attacco che viene fatto alla Protezione civile, alla Regione Piemonte e alle persone che si sono impegnate per la realizzazione e la distribuzione delle mascherine. Purtroppo, molte, troppe, persone sono cadute nella trappola delle fake news e hanno condiviso il video denuncia sui propri canali social, creando un allarmismo falso e ingiustificato. È perciò nostro dovere rendere onore alla verità e ai tanti volontari che hanno donato il loro tempo e il loro lavoro per distribuire le mascherine casa per casa”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. “Stiamo procedendo a denunciare per procurato allarme quanti…..”
    Troppo comodo, oltre la denuncia gli farei tirar fuori di tasca loro i soldi per acquistare altrettante mascherine al TOP (secondo loro).
    Tanto alla fine sta gente trova sempre da ridire su tutto.
    Poi magari sono proprio quelli che non le indossano non rispettano le distanze e soprattutto si lavano poco.
    Purtroppo molta gente utilizza i social senza mettere in funzione il proprio cervello.
    Mi chiedo, come possiamo essere cosi nella c@cc@ con tutti sti esperti che ci sono in giro.
    Sono proprio disgustato!!!!

  2. Cortese ” i pouri pelegrin” non sempre l’abito fa il monaco, ovvero, in un paese dove ci sono più ” opinionisti ed esperti ” che capelli in testa non c’è da stupirsi più di niente. Una riflessione però la vorrei fare: non mi sono mai visto insegnare come devo lavarmi le mani in tanti anni della mia vita come in questi ultimi giorni, però nessuno mi ha detto come va usata la mascherina, quali caratteristiche deve avere, se ripara me dal contagio altrui o viceversa, quanto tempo posso indossarla prima che diventi dannosa, quante volte e per quanto tempo ogni volta la posso indossare prima di lavarla (mi riferisco a quelle lavabili naturalmente )….ecc-ecc. Io non sono un tecnico e quindi non sono in grado di dare giudizi in merito alla pericolosità o meno di una mascherina, ho ricevuto dal comune quella di cui si parla e di questo ringrazio le istituzioni, ma se tra tutte le notizie, numeri, tamponi e quant’altro mi venissero date notizie sicure (da Veri esperti )
    sulle mascherine, le loro caratteristiche e soprattutto il loro coretto uso ne sarei veramente contento. Grazie

    • Buongiorno, per l’ uso delle mascherine ne hanno parlato tanti anche in TV.Cmq le chirurgiche non proteggono chi le indossa ma coloro con cui si viene a contatto e si danno a chi e’ contagioso.Le mp2,3 sono diverse.Qlle con aereazione difendono chi le usa qlle senza aereazione hanno la protezione maggiore perche’ le goccioline non passano nemmeno lateralmente e sono chiuse quindi non si puo’ contagiare il prossimo a diff.di quelle con aereazione.Questo e’ qllo
      che ho letto. Per il materiale di per se’ non ho mai avuto occasione di guardare….a parte dopo l’ articolo attuale .Io ho guardato wikipedia il componente , a differenza di chi ha mandato in giro le fake news credendo ciecamente a cio’ denunciato nell’ articolo . Questo zinco viene usato come antibatterico. Esco un attimo dal tema mascherina per dire che riguardo l’ aiuto Eu non c’e’ alcun aiuto se poi fanno una tassa a riguardo.Io non mi ricordo di avere aiutato alcuno chiedendo gli interessi. Ma in EU e in ITALIA la parola aiuto sanno cosa significa? Mah!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.