BUSSOLENO, AL VIA I LAVORI DELLA SCUOLA: DEMOLIZIONE DI 2 PIANI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUSSOLENO

BUSSOLENO – Dopo anni di duro lavoro, di progettazione condivisa, di ricerca e accesso a bandi e gare l’Amministrazione Comunale è giunta ai nastri di partenza di questo importante cantiere. Un percorso iniziato anni fa dalle Amministrazioni Comunali di Bussoleno che hanno creduto insieme agli uffici in questa grande ed, oggi, vincente scommessa.

Un obiettivo importante e lungimirante: investire sulle scuole comunali, dichiarandone l’importanza e la centralità nella vita di questa piccola e articolata comunità, a servizio anche dei paesi limitrofi.

Questa opera riguarda la storica Scuola Media, che ha ospitato ormai molte generazioni, inaugurata dagli alunni classe 1950 e ora attraversata dai ragazzi classe 2006-07-08.

Un edificio a più blocchi: i due blocchi più recenti sono già stati oggetto di intervento parziale, mentre il blocco A risulta ormai provato dagli anni e non più del tutto adeguato a reggere le prescrizioni normative attuali.  La demolizione diventa una scelta obbligata, che ha trovato nel 2017 la possibilità realizzativa con l’approvazione del finanziamento da parte del Ministero.

Ad inizio luglio, sfruttando la sospensione estiva delle attività scolastiche, ci sarà l’inizio dei lavori per le opere più fastidiose, le demolizioni. Sarà un cantiere “lungo” che consegnerà nel più breve tempo possibile uno spazio migliore e bello dove crescere le nuove generazioni valsusine.

Ecco in sintesi i punti di forza del progetto.

  • Importo lavori 1.715.000 euro di cui 1.500.000 fondi Ministero dell’Istruzione e 215.000 fondi comunali.
  • Demolizione completa Blocco A costituito da 2 piani più seminterrato.
  • Costruzione di una nuova struttura dotata di 6 aule e 1 locale polivalente al piano terra
  • Adeguamento sismico della scuola andando a sostituire completamente il più grande e antico blocco della Scuola “Enrico Fermi”.
  • Efficientamento energetico con nuova centrale termica in grado di riqualificare la produzione energetica dell’intera struttura.
  • Superamento delle barriere architettoniche con un nuovo accesso carraio da Via della Bocciofila.
  • Nuovo ascensore in grado di servire tutti i 3 piani della struttura e di collegare tramite le parti comuni gli altri 2 blocchi scolastici esistenti.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

    • Il covid e lo star chiuso in casa davanti un pc, ha fatto un’altra vittima, G2, che risponderà. ,, chissà il ……..,,,

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.