BUSSOLENO, AL VIA LA PULIZIA E IL TAGLIO NELLE AREE VERDI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal GRUPPO “PER BUSSOLENO”

BUSSOLENO – In queste settimane siamo stati in mezzo al paese raccogliendo suggerimenti e proposte. Ci piacerebbe continuare a farlo insieme sapendo che ogni parola, ogni minuto dedicato a lavorare per il paese lo renderà più bello e vivo. La prossima settimana inizierà un taglio strutturale del verde pubblico con la ditta che si occupa di questo servizio.

Ad oggi il nostro appalto quadro prevede un taglio concentrico dei bordi strada e tre passaggi nelle aree verdi. Alcuni anni chiediamo tagli e potature extra per le nostre quattro aree gioco principali (Tetti Verdi, giardini Baden Powell, via San Pietro D’ollesia e via Rubattera). Se teniamo presente che in annate come questa nei campi agricoli le aziende agricole riescono a fare cinque tagli di fieno, ci rendiamo conto che il taglio sulle aree pubbliche non è adeguato, ma questo è quanto possiamo permetterci con il nostro bilancio.

Con la squadra lavori e i cantieristi (cantieri di lavoro unione montana) che ci affiancano già cerchiamo di integrare l’appalto quadro facendo una serie di tagli aggiuntivi dove è più evidente e necessaria una pulizia continua.

Cosa può fare il Comune?
– Coordinare gli sforzi di tutti.
– Lavorare al massimo con la squadra per integrare il servizio.
– Lavorare con l’azienda incaricata in modo razionale per un taglio efficace e ben fatto.

Cosa possiamo fare Noi come cittadini?
– In modo volontario organizzarsi per integrare i tagli nelle aree giochi.
– Partecipare alle azioni “Puliamo il Mondo” (20-21 settembre).
– Pulire il ciglio delle nostre proprietà il più possibile.

Cosa potremmo ottenere?
– Con i soldi risparmiati abbellire ogni anno l’arredo urbano.
– Contenere o addirittura ridurre il nostro “capitolo” di spesa verso esterno.
– Un paese più decoroso e vivibile.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Era ora… speriamo che taglino anche le erbacce lungo la Dora dove si può passeggiare con i cani e nel percorso con gli attrezzi ginnici in Via Mattie, dove oltre alle erbacce ci sono anche i rovi e qualcuno che ha le mucche ha la buona abitudine di chiudere il sentiero con delle reti dei letti e altri ammenicoli vari… chi ha le mucche potrebbe usare i classici fili elettrici in modo che chi va a cammaninare può passarci sotto, non credo sia logico chiudere i sentieri se c’è un percorso ginnico per la salute. Infini anche le panche dei giardinetti del ponte di ferro sono molto sporche di terra, oltre che i tavoli e le panche e la tettoia pieni di scritte orribili… sarebbe giusto riuscire a “pescare” questi vandali e fare loro pagare caro e salato il danno che hanno fatto, sono persone ignobili e ignoranti, che non sanno apprezzare niente, pensare che era così carino quel tavolo sotto al gazebo al riparo sia dal sole che dalla pioggia, dove riposare un po’ durante un passeggiata o perchè no mangiare un panino durante una camminata…. solo che sta crescendo una generazione di persone arroganti, stupide, e ignoranti, che a quanto pare non capiscono che il gazebo e i tavolini si pagano con le nostre tasse e così li riempiono di terra e di ogni sorta di oscenità, forse una buona dose di educazione civica già dalla scuola materna insegnerebbe ai giovani a lavorare e a comportarsi decentemente, rispettando le proprietà comuni che abbelliscono i Paesi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.