BUSSOLENO, CHI VUOLE GESTIRE GLI IMPIANTI SPORTIVI? IL BANDO DEL COMUNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUSSOLENO –  Il Comune cerca un gestore dell’impianto sportivo “Luigi Portigliatti” in via Cascina del Gallo per i prossimi 1o anni. “L’obiettivo dell’ente – si legge nell’avviso pubblico – consiste nel selezionare il soggetto concessionario al termine del confronto concorrenziale e del relativo processo valutativo operato tra le proposte progettuali presentate”. L’avviso è rivolto esclusivamente “a società ed associazioni sportive dilettantistiche, federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva con priorità alle realtà aventi sede nel territorio valsusino, costituiti anche in raggruppamenti temporanei”.

Gli impianti disponibili sono numerosi: 1 campo di calcio a 11 omologato per l’Eccellenza con erba naturale, 1 campo di calcio a 5, i fabbricati e locali per bar, uffici, toilette, docce, spogliatoi, box magazzini di servizio, impianto di irrigazione, oltre a varie attrezzature (mini porte per scuola calcio, impianti di illuminazione, defibrillatore, ecc.).

Una volta acquisita, tramite apposita domanda, la disponibilità di gestione dai soggetti interessati, il Comune avvierà “un confronto concorrenziale” per raggiungere un accordo “garantendo la parità di trattamento dei partecipanti”. L’amministrazione comunale chiede la presentazione di una proposta progettuale unica, che comprenda “un’adeguata esperienza gestionale certificata riferita alla gestione di campi da calcio, l’iscrizione a federazioni del Coni, ampia attività nel settore giovanile scolastico della Figc, interventi di carattere edilizio e tecnologico da operare sui complessi e le modalità di esercizio e gestione degli impianti”.

Il gestore dovrà pagare un canone annuo, la base di gara è minimo 2000 euro (iva esclusa). L’avviso è rivolto ad associazioni-società sportive dilettantistiche affiliate alle federazioni sportive nazionali, o agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni, alle associazioni sportive e agli enti di promozione sportiva e alle cooperative sociali. Devono avere una sede operativa nel territorio della Provincia di Torino o in alternativa, se sprovvisti, devono attivarla in caso di aggiudicazione entro l’inizio della concessione.

Gli interessati dovranno presentare la candidatura e il progetto entro il 2 novembre in Comune a Bussoleno.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.