BUSSOLENO, IL COMUNE VUOLE NUOVE REGOLE PER AFFIDARE GLI ALPEGGI: INCARICO AD UN PROFESSIONISTA PER LA VALORIZZAZIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

alpeggi-da-salvare-

Uno studio per dare delle nuove regole e valorizzare gli alpeggi comunali sulle montagne di Bussoleno. E’ questo il progetto lanciato dall’amministrazione Allasio, che ha affidato un apposito incarico professionale. L’obiettivo è quello di identificare e valorizzazione il patrimonio rurale e agrosilvopastorale del Comune. Il tutto per la creazione futura dei comprensori di pascolo e di un apposito regolamento pascoli, in vista dell’assegnazione dei pascoli e dei fabbricati per la prossima stagione di monticazione 2016. Il Comune di Bussoleno è infatti proprietario di alpeggi montani, che fino ad oggi sono affittati ad aziende agricole, ma sulla base di contratti che ormai devono essere aggiornati alle condizioni attuali. Per queste ragioni, il Comune ha affidato l’incarico al dottore forestale Paolo Terzolo, per un importo di 6200 euro lordi (5000 euro netti). Tra le varie cose, Terzolo dovrà occuparsi della ricognizione dell’uso civico su tutto il territorio comunale, ivi comprese le aree esterne di pascolo, occupandosi della delimitazione su cartografia, sia tecnica che catastale dei comprensori di pascoli comunali (con indicazione anche dei settori di proprietà privata connessi con l’uso dei pascoli comunali). Inoltre dovrà realizzare la cartografia degli usi del suolo in atto nei differenti comprensori di pascolo, per definire la loro attitudine al pascolamento e l’opportuno carico di bestiame. Sarà importante anche definire ogni comprensorio di pascolo, con la sua ripartizione tra la quota di proprietà comunale e quella delle proprietà private. Senza dimenticare l’indicazione della stagione di pascolo per ogni comprensorio, e la valutazione e descrizione delle strutture d’alpe di proprietà comunale. Infine, dovrà stilare una perizia sui canoni di affitto per la concessione degli alpeggi di proprietà comunale, che rappresenterà la base d’asta per la procedura di aggiudicazione, integrare il regolamento di polizia rurale con norme specifiche sull’uso dei pascoli comunali, e impostare il prossimo bando per l’affidamento in concessione dei pascoli comunali ai privati.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.