BUSSOLENO, UNA NUOVA ROTONDA SULLA PROVINCIALE: “AUMENTERÀ LA SICUREZZA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
L’incidente mortale sulla strada provinciale a Bussoleno, vicino al cimitero

 

BUSSOLENO – Una nuova rotonda sulla strada provinciale 24 all’ingresso di Bussoleno, nella zona del cimitero, dove venerdì 22 maggio un motociclista ha perso la vita a causa di un incidente. Se ne parla da anni, ma la Città Metropolitana di Torino non l’ha ancora realizzata. Il Comune di Bussoleno chiede “che si passi dalle parole ai fatti”. “La rotonda non è solo un messaggio di benvenuto a chi entra in paese – spiegano dall’amministrazione comunale – ma è anche un baluardo di prudenza e di prevenzione per evitare incidenti gravi. Per questo, deve avere una priorità nelle scelte di esecuzioni dei lavori stradali in Regione e Città Metropolitana”.

Un progetto che esiste già, ma che non viene realizzato: “Da anni c’è un progetto per costruire una rotonda – spiegano dal Comune – che obbligherebbe a ridurre la velocità e ad agevolare la mobilità per chi transita. I tecnici della Città Metropolitana sono venuti a Bussoleno poco prima dell’inizio dell’emergenza Covid, per concludere le parti finali della progettazione esecutiva”.

I problemi di sicurezza di quel tratto di strada sono evidenti: “Con una lieve curva, con un incrocio e a un centinaio di metri da un semaforo, troppo spesso l’eccessiva velocità o la disattenzione creano situazioni di pericolo per tutti – affermano dall’amministrazione comunale di Bussoleno – chi in automobile, chi in bicicletta, chi in moto, chi a piedi. Venerdì 22 maggio una persona ha lasciato la propria vita sull’asfalto. Questo addolora e diventa un monito, un segnale che non si può tralasciare”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.