BUTTIGLIERA, 45 RESIDENTI POTRANNO USARE IL DEFIBRILLATORE E SALVARE VITE UMANE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABRIZIO PASQUINO

BUTTIGLIERA ALTA – Sono 45 i buttiglieresi che hanno ottenuto la qualifica e potranno utilizzare il defibrillatore, arricchendo il territorio di un sostanzioso numero di persone formate a intervenire, in caso di emergenze sanitarie cardiache, pronte quindi a salvare una vita.

Molto positivo il risultato del primo ciclo di corsi, promossi dall’amministrazione comunale, per l’utilizzo delle strumentazioni salvavita diffuse in tutto il paese. Corsi rivolti ai cosiddetti “operatori non sanitari”, per un primo percorso di “Basic life support e defibrillation”, a cui hanno aderito quasi 50 tra privati, agenti della polizia municipale, addetti al servizio di sicurezza municipale, docenti e personale Ata dell’Istituto Comprensivo cittadino.

L’obiettivo principale è rendere il più possibile operative le strumentazioni che abbiamo a disposizione. – afferma il vicesindaco Laura Saccenti – Sappiamo quanto sia fondamentale l’immediatezza dell’intervento in caso di uno shock cardiaco, in attesa dell’arrivo dei mezzi di soccorso e del personale sanitario. L’uso consapevole del defibrillatore può davvero salvare una vita“.

Fondamentale quindi, oltre alla diffusione degli strumenti sul territorio, anche la formazione di personale abilitato al suo utilizzo. “Oggi, abbiamo defibrillatori in municipio; nelle due palestre comunali, al servizio delle associazioni e delle scuole; in bocciodromo; presso il polo delle associazioni di corso Susa, dove hanno sede il circolo anziani, il gruppo danza, la filarmonica, lo sci club e, grazie all’intervento del Lions club Villarbasse, anche al Centro famiglia parrocchiale” – spiega ancora il vicesindaco.

Apparecchiature che adesso hanno anche chi sa utilizzarle, in un numero consistente, tale da garantire, in caso di incidente, la probabilità della presenza di un operatore formato pronto a intervenire.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.