BUTTIGLIERA ALTA, 4 MILIONI DI INVESTIMENTI: TUTTI I PROGETTI DEL 2020

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA

BUTTIGLIERA ALTA – Anche quest’anno, l’Amministrazione Comunale di Buttigliera Alta rispetta la scadenza di approvazione del Bilancio di Previsione 2020, del 31 dicembre. Una prassi consolidata, che consente di essere operativi con i programmi di intervento sul territorio fin dal 1 gennaio.

Una prassi virtuosa, che intendiamo mantenere, nonostante le difficoltà per far quadrare i conti aumentino – afferma l’Assessore al Bilancio Mauro Mellano – Per il 2020 dobbiamo fronteggiare, in particolare, una contrazione delle entrate fiscali, conseguenza del contesto della generale crisi economica, che ancora diverse famiglie stanno affrontando. Riduzione dei redditi significa una conseguente riduzione degli introiti sul fronte dell’Irpef”.

Secondo aspetto che ha inciso sulla parte corrente del Bilancio, l’attesa della nuova normativa nazionale sulla gestione dei consorzi che si occupano della raccolta e smaltimento dei rifiuti. Normativa dalla quale potrebbero derivare modifiche sul fronte dei costi del servizio e, quindi, delle tariffe per gli utenti.

“Nonostante ciò, continuiamo a muoverci in un solido panorama di bilanci sani, senza ricorso a indebitamenti e con un solo mutuo ancora acceso, quello sul plesso scolastico di Ferriera, che ci piacerebbe rinegoziare, per cercare migliori condizioni di restituzione. Il nostro fondo cassa è positivo” continua Mauro Mellano.

Bilancio sano, che consente terzo tassello fondamentale, di poter tornare ad assumere, sostituendo le due unità di personale che lo scorso anno sono andate in pensione. Nel 2020, poi, di dovrebbero vedere gli esiti positivi dell’importante investimento sulla sostituzione dell’impianto di illuminazione pubblica comunale che, oltre a portare benefici ambientali, riducendo i consumi, ridurrà anche la bolletta energetica, liberando risorse da utilizzare in altri settori, come il sociale.

LE PRINCIPALI CIFRE

  • Pareggio: 10.023.560 euro.
  • Spesa corrente: 4.568.871 euro.
  • Spesa per investimenti: 4.037.729 euro.

ENTRATE TRIBUTARIE: INVARIATE TUTTE LE ALIQUOTE

L’addizionale comunale Irpef e l’Imu sugli immobili restano invariate. Da evidenziare, per l’Imu, la riduzione dell’aliquota per i proprietari di seconde case date in comodato gratuito a parenti di primo grado (figli o genitori), migliorativa rispetto a quanto previsto dalla legge nazionale.

  • Irpef – Invariata Invariata 0,65%.
  • Imu – Invariata: Altri fabbricati 0,85%, Uso gratuito 0,46%, Terreni agricoli 0,56% e Alloggi Iacp – Coop 0,46%.
  • Tasi – Invariata Fabbricati rurali strumentali 0,1% e Fabbricati in conto vendita 0,25%.
  • Tari – Invariata Confermata in attesa della nuova normativa nazionale.

USCITE PER INVESTIMENTI

Per quanto concerne le spese per opere sul territorio, in continuità con quanto realizzato negli ultimi anni, i principali investimenti si concentreranno sulla riqualificazione e la manutenzione del patrimonio edilizio comunale, sulla messa in sicurezza dei principali assi viari e sulla mobilità sostenibile, ma anche sulla cura del verde pubblico, dei parchi e dei giardini.

Principi che si concretizzeranno nella conclusione del rifacimento dei marciapiedi lungo corso Torino, nel tratto più storico; nell’arrivo dell’ultimo tratto della pista ciclopedonale lungo la strada provinciale 186, fino a Madonna dei Boschi, nell’acquisto e l’installazione di nuovi giochi per i giardinetti pubblici, lo spostamento degli orti urbani in via Dora Riparia, la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria in borgata Truna, il completamento della fognatura di via della Torre e l’abbattimento delle barriere architettoniche al cimitero.

Continuiamo, nel frattempo, nell’incessante lavoro di progettazione e ricerca fondi, con, nel mirino, la riqualificazione energetica del Palabianco di via dei Comuni.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Pochi Comuni quest’anno approveranno il bilancio entro il 31 Dicembre e questo non perché non siano virtuosi o perché non abbiano responsabili capaci ma al contrario semplicemente perché ad oggi non hanno a disposizione dati certi in particolare per quelli che saranno i piani economico finanziari della raccolta rifiuti dopo le varie circolari dell’ Arera…. oltre ad Imu etc etc…. farei molta attenzione a ritenermi bravo e capace perché ho fatto in fretta….. a luglio potrei avere grosse sorprese….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.