BUTTIGLIERA ALTA FESTEGGIA I 400 ANNI DEL COMUNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA

BUTTIGLIERA ALTA – Anteprima, in questi giorni, del corposo calendario delle celebrazioni che l’Amministrazione di Buttigliera Alta ha predisposto per il prossimo mese di aprile, in occasione dei 400 anni di istituzione del Comune, il 25 aprile del 1619.

Celebrazioni impreziosite dalla pubblicazione, su mandato della stessa Amministrazione, del saggio “Buttigliera Alta nella storia”, affidato a uno degli istituti di ricerca storica più prestigiosi: il “Centro di ricerca sulle istituzioni e le società medievali”. Il curatore del libro è il presidente del Centro Giuseppe Sergi nonché professore emerito dell’Università di Torino, Accademico delle Scienze e direttore del “Bollettino storico-bibliografico subalpino”.

Una scelta che punta sull’assoluta qualità storiografica del volume, edito dal Graffio di Borgone Susa. Gli autori principali del testo sono Alice Raviola (ricercatrice universitaria di Storia moderna), Daniela Cereia (medievista con competenze paleografiche e archivistiche) e Pierangelo Gentile (dottore di ricerca in Storia contemporanea).

Il saggio sarà presentato venerdì 5 aprile, ma è in anteprima in questi giorni nelle scuole buttiglieresi, offrendo agli alunni la possibilità di approfondire le origini del proprio paese, in un chiave dedicata alle loro necessità, lasciando agli adulti la conferenza con l’autore. La scorsa settimana, i primi a toccare con mano il volume sono stati i ragazzi delle scuole secondarie: ospiti in sala consiliare le seconde medie della “Giacomo Jaquerio”, sezioni di
Capoluogo e Ferriera, accolti da una delle autrici, la professoressa Raviola, che ha inserito la microstoria buttiglierese nel contesto della macrostoria europea della Guerra dei Trent’Anni, delle vicende di Casa Savoia e dei loro Segretari di Stato, i Carron, che ottennero dai re il feudo buttiglierese.

La prossima settimana, saranno coinvolti i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie. Per i più piccoli dell’infanzia, la presentazione sarà animata dai figuranti del “Gruppo storico Conti Carron” e del gruppo di danza dell’Unitre, con una merenda speciale a base dei torcetti, il dolce che Clementina Carron portava da Torino in regalo alle sue educande di Villa San Tommaso.

Per gli alunni delle primarie, la ricostruzione sarà guidata dall’Associazione “Il filo della memoria” di Manuela Massola, accompagnata da Marco Giaccone di “Pane madre” che ricostruiranno, anche attraverso l’espediente del pane e della panificazione, la storia della famiglia Carron e i suoi legami con Buttigliera Alta. Un’anteprima scolastica, si diceva, che accompagnerà la presentazione pubblica del 5 aprile e quindi con la celebrazione ufficiale del 25 aprile.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.