CAMBIAMO GIAVENO ATTACCA IL SINDACO GIACONE: “IL SUO PRIMO ANNO IN COMUNE SI È CONCLUSO NEL MODO PEGGIORE…TUTTI A CENA CON SALVINI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
di ANTONIO CUZZILLA e ALESSANDRO CAPPUCCIO (Gruppo Cambiamo Giaveno)

E’ trascorso un anno dall’ elezioni, è tempo di bilanci, di considerazioni ed è per questo che cambiAMO GIAVENO racconta ai CITTADINI questi 365 giorni che proprio ieri non potevano che concludersi in modo peggiore; Sindaco e feudatari, tutti a cena da Salvini!

Ci teniamo a precisare, che il leader della Lega è venuto per la festa del suo partito e non in un ruolo istituzionale.

E’ inutile, il nostro Sindaco dove c’è festa, c’è party e lui ci deve essere insieme alla sua corte; nel frattempo vengono bloccate tutte le strade limitando la circolazione ai Cittadini ed impedendo alle attività commerciali di lavorare in maniera adeguata. Ed il nostro Sindaco che fa? Nulla, come il vuoto di quest’ anno per questi motivi:

• Ci siamo presentati agli elettori come liste civiche ed OGGI, ci troviamo nei FATTI, all’ interno di una maggioranza allargata composta da una parte del movimento a 5stelle, nei fatti con posizioni in GIUNTA ed all’ unione dei Comuni, da ex Leghisti, ex forzisti, da Segretari di partito (con doppio incarico) e per concludere da un Sindaco EX AN e PDL, ed ora?Insomma, un minestrone!

• Abbiamo sempre criticato il CARROZZONE elettorale con cui si presentò ai nastri di partenza la precedente amministrazione, NOI ci siamo addirittura migliorati creando un vero e proprio laboratorio politico, una specie di ULIVO 2.0!

• Abbiamo promesso ai Cittadini il taglio alle indennità e poi abbiamo votato contro alla proposta di cambiAMO GIAVENO di ridurle, per mantenere gli impegni presi in campagna elettorale

• Abbiamo promesso di rivedere LE TASSE, le abbiamo aumentate con l’ aliquota massima

• Abbiamo promesso meno feste e più sostanza per i Cittadini, siamo diventati concorrenziali a Lele Mora con risultati pessimi ed evidenti

• Abbiamo promesso un cambiamento sulle modalità di assegnazione degli incarichi rispetto alla precedente amministrazione, premiando il merito e le persone della società civile e qui, dobbiamo ammettere, abbiamo creato un vero e proprio feudo alternativo.

• Si sono fatte circa 180 DELIBERE DI GIUNTA, la maggior parte riguardano cause e tutela legale, produttività personale, indennità Giunta e Presidente del Consiglio Comunale, variazioni dehors, contributi Associazioni, adeguamento antisismico, riqualificazione energetica (comunque un progetto della passata amministrazione), solo ordinaria amministrazione. Nessun segnale di cambiamento, nessun investimento per migliorare Giaveno o comunque cambiarla. NOI ricordiamo bene il PROGRAMMA ELETTORALE e gli impegni presi con i nostri elettori

• Abbiamo promesso più democrazia ed INVECE togliamo le deleghe per voto DIFFORME (simbolo di democrazia) a chi propone di cambiare in meglio ed a favore dei Cittadini

• Si è modificato il regolamento del Consiglio Comunale portando le firme necessarie per richiederlo, da parte dei Consiglieri, da 3 firme a 4, come se avessimo paura del confronto; questo non è certo un simbolo di democrazia?

 Le proposte di cambiAMO GIAVENO

 Noi chiediamo al Sindaco di cambiare profilo, iniziando a tagliare su qualche festa inutile, sui maxi schermi ed i banchetti, indirizzando le risorse risparmiate alle famiglie in difficoltà;

Noi chiediamo al Sindaco, visto che i soldi a BILANCIO ci sono, di realizzare il parcheggio del palazzetto dello sport come da progetto, di diminuire le tasse per dare ossigeno alle famiglie, di realizzare la rotonda di Via Selvaggio mettendo in sicurezza la strada. Non è multando i Cittadini con i velox che aumentiamo la sicurezza, così aumenti solo gli introiti del Comune.

Noi crediamo che possa ancora esistere un vero cambiamento, cambiAMO GIAVENO nei prossimi giorni presenterà, come gruppo, le seguenti proposte che vanno incontro alle famiglie più in difficoltà, al miglioramento dei servizi ed alla sicurezza dei Cittadini:

• Un reddito minimo garantito pari a 250 euro, per i Residenti del Comune di Giaveno che vivono sotto la soglia di povertà

• La presentazione di un progetto per la realizzazione di una pista da running che permetta ai nostri sportivi di allenarsi senza il pericolo di essere investiti

• Con la collaborazione della Regione, dell’ Agenzia della Mobilità Metropolitana e le Aziende del Territorio presenteremo ai CITTADINI un progetto di riorganizzazione dei trasporti

• una mozione relativa alla diminuzione dell’accattonaggio, con la collaborazione di volontari (tipo la figura del nonno vigile per gli asili) che possano aiutare a dissuadere ed a diminuire gli episodi spiacevoli, dando maggior sicurezza ai NOSTRI CITTADINI.

 Le commissioni d’inchiesta, il Carnevale brasiliano, i social network ed i cugini d’ America a noi non interessano, per noi sono importanti i CITTADINI ed i 1137 elettori che nella voglia di cambiare Giaveno ci hanno dato fiducia.

 Abbiamo bisogno di un primo Cittadino meno SOCIAL e più Sindaco!

Una buona amministrazione deve fare ATTI, non chiacchiere o comunicati autocelebrativi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.