CAPRIE: “NESSUN CONTAGIO IN PAESE, MA STATE A CASA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI CAPRIE (foto dalla pagina Fb del Comune di Caprie)

CAPRIE – Care concittadine e cari concittadini,
da ieri sono entrati in vigore altri provvedimenti per contrastare la diffusione del Covid19, nuove regole che disciplineranno per i giorni a venire la nostra vita quotidiana.
Si tratta di regole restrittive e severe, scritte per cercare di combattere l’epidemia il più velocemente possibile.

Ad oggi, nel nostro Comune non si sono registrati casi positivi al Covid19, ma non possiamo ritenerci esenti dal pericolo. Noi tutti dobbiamo avere pazienza e rispettare quello che ci viene richiesto, è fondamentale RESTARE A CASA e uscire soltanto per le questioni di stretta necessità. È necessario effettuare la spesa il più possibile nei negozi esistenti sul nostro territorio o in quelli più vicini alla nostra abitazione. Queste norme anche se in apparenza sembrano privarci del nostro vivere quotidiano, sono fondamentali per la tutela e il rispetto di tutte le persone a noi care che ci stanno vicino e che potrebbero essere contagiate dal virus perché più deboli: i nostri genitori, nonni, amici…

È vero che dobbiamo privarci delle gite domenicali, dei pic-nic, del prendere il sole in montagna, del correre, del fare la spesa dove vogliamo, delle passeggiate con i nostri amici a quattro zampe… ma è anche vero che questa è un’occasione per trovare nuovi modi per intrattenersi.

A tal proposito, in questi giorni proporremo una serie di iniziative:
– un concorso letterario “Caprie…vista da casa”
– una condivisione di foto “Mi i resto a ca’… e torno andare’ ant el temp”
– un “Flash-mob sonoro” per rallegrare il paese ogni venerdì alle 18Sono convinto che con la vostra serietà, il vostro spirito sociale e solidale riusciremo a superare insieme questo difficile momento.

Ricordo che esiste il servizio di volontariato “Aiutiamoci a fare la spesa”, a disposizione di tutti i cittadini che per qualsiasi motivo si trovino in difficoltà. Ne approfitto per ringraziare i volontari per la loro disponibilità e per la preziosa collaborazione. Anche se stiamo bene, RESTIAMO A CASA per il rispetto di chi può essere contagiato.

Un sincero saluto a tutti voi da parte dell’amministrazione comunale.

Di seguito il comunicato per gli abitanti dei paesi di Caprie, Chiusa di San Michele, Condove e Vaie.

mobilità spesa
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Benissimo!
    Supponiamo che io (come tanti) vada abitualmente in un supermercato non del mio paese, e che quindi non sappia nemmeno cosa normalmente (!) c’è nei negozi del mio paese.
    Stando alle disposizioni, se ho bisogno, tra gli altri, dei prodotti A, B e C, vado prima in un negozio del mio paese dove trovo A, ma non B e C.
    Alora poi vado in un altro negozio del paese dove trovo B ma non C.
    Allora poi vado nel mio solito supermercato dove, se non l’hanno già esaurito mentre ero nei primi 2 negozi, trovo quel che mi serve.
    Risultato: ho fatto 3 volte la coda, impiegato più del triplo del tempo (nei negozi che non frequento non so dove trovare le cose), e ho incontrato il triplo di persone.
    Fantastico!

    • Sei ottimista:
      magari nei negozi del paese non trovi quel che ti serve, ma compri quel che non ti serve (speriamo a prezzo giusto) perchè non osi uscire a mani vuote.

    • Sbagliato!
      C non lo compri perchè prima che arrivi al tuo supermercato ti arrestano, ti squestrano l’auto e ti segregano in fondo al mare.

  2. Al prossimo decreto, chi verrà sorpreso ad andare a comprare fuori paese verrà condannato a 6 mesi di fucilazione.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.