CASELETTE: IN CENTINAIA AI FUNERALI DELLA GIOVANE MAMMA MORTA MERCOLEDÌ SCORSO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image
di CORINNE NOCERA

Oggi si sono tenuti a Caselette i funerali di Vittoriana Armento, mamma di due bambini morta lo scorso mercoledì, a soli 37 anni, per una dissezione coronarica, dopo essere stata dimessa due volte dall’ospedale di Rivoli.
“Cara Vittoriana, dal cielo proteggi tuo marito e i tuoi bambini. Ci mancherai tantissimo. A scuola aiuteremo tuo figlio”: così le hanno dato l’ultimo saluto i compagni di scuola del figlio più grande, tutti presenti per essere vicini alla famiglia di Vittoriana.

  

Questo pomeriggio, erano più di trecento le persone accorse nella parrocchia di San Giorgio Martire: le mamme degli altri bambini, il sindaco e quasi tutta la comunità di Caselette hanno voluto salutare Vittoriana per l’ultima volta, stringendosi con cordoglio intorno ai famigliari.
Papà Roberto insieme ai due figli erano seduti in prima fila, vicino alla sorella di lui ed al resto della famiglia. Di fronte a loro c’era la bara di Vittoriana, coperta di piccoli fiori bianchi e rosa.
L’improvvisa scomparsa di Vittoriana ha scosso tutto il paese, anche il parroco don Francesco Pairetto che, commosso, conclude l’omelia con questa frase: “Non vedremo più il volto di questa mamma, siamo certi che dal paradiso lei ci sorride ancora”.
L’autopsia effettuata due giorni fa, ha stabilito che ad uccidere la donna il 14 ottobre è stato un problema cardiaco, molto difficile da diagnosticare in tempo.
ll pm Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, per adesso a carico di ignoti ma ipotizzando possibili responsabilità da parte dei medici dell’ospedale di Rivoli, ai quali la Armento si era rivolta per ben due volte. In entrambi i casi era stata dimessa, malgrado continuasse ad accusare forti dolori addominali.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.