CESANA DICE ADDIO ALLA CARTON RAPID RACE. PROBLEMI DI FONDI: “O NON LA FACCIAMO PIÙ, O CAMBIAMO PAESE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
Oltre 20mila persone presenti, circa 400 imbarcazioni ed un successo sempre più grande. Eppure, questa del 2015 potrebbe essere l’ultima edizione della Carton Rapid Race a Cesana. Lo dice, con un pizzico d’amarezza, l’ideatore della manifestazione Gaetano La Porta: “Il prossimo anno la Carton Rapid o non si fa più, oppure cambiamo paese – dice – non vorrei tanto parlarne, ma una riflessione è necessaria”. Dal 1995 al 2015 la Carton Rapid Race è sempre stata a Cesana, ma l’addio è vicino, a meno che non arrivino segnali concreti. Il motivo è uno, ed è una ragione molto pratica: i fondi necessari per realizzare l’evento scarseggiano, nonostante sia la manifestazione estiva che porta più turisti in paese e sulle Montagne Olimpiche. 

  
“La Carton è diventata un’inziativa molto costosa, basti pensare alla sicurezza e alla logistica, eppure qui non c’è un ente che ci sostenga, o che almeno ci dica grazie. Il Comune quest’anno ci ha pure ridotto il contributo per la manifestazione, è vero che ha tagliato un po’ a tutti, ma potrebbe comunque attivarsi con personaggi importanti, personalità e rappresentanti di aziende e società che qui hanno la seconda casa”. In effetti, a Cesana- Sansicario ci sono parecchi uomini d’affari che vengono in villeggiatura e sono legati al territorio: da Pininfarina a Boglione della Robe di Kappa, così come Vergnano, ecc. “Eppure non è mai arrivato nulla, nessun segnale, neanche uno sponsor privato disponibile”. 

La Porta smentisce che nel 2016 l’evento si farà a Bardonecchia, come si parlava in questi giorni: “Non si può fare per una ragione semplice, legata alle condizioni della Dora”. Ma le idee sono chiare: “La Carton il prossimo anno può chiudere, oppure cambiare sede. D’altronde, non è una cosa nuova per la Val Susa. Basti pensare al Tour dei Saraceni, gara di bici di grande successo che si teneva a Sauze d’Oulx, ma che poi è stata abolita per la stessa ragione, ossia la mancanza di fondi e i costi sempre più alti”.

   
 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. La verità è che in alta valle di Susa se ne sbattono altamente della stagione estiva, dimostrando ancora una volta scarsa lungimiranza.

  2. Hanno eletto il sindaco perfetto, intollerante ai turisti come purtroppo molti valligiani, incompetente e incapace d cogliere occasioni come questo bellissimo evento perché purtroppo non porta niente al suo orticello. Chi si è trasferito qui x amore del posto si scontra presto con personaggi ambigui e viscidi come questo.

  3. Ieri quello. Oggi questo. Domani ….?
    La valle di Susa sta morendo piano piano. Perché? Cosa non abbiamo che le altri valli hanno?
    Stiamo perdendo tutto!!
    Anche la stima verso tutta l Italia.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.