CHEF DI GIAVENO CONQUISTA LA PRESTIGIOSA STELLA MICHELIN: GRANDE RISULTATO PER MICHELANGELO MAMMOLITI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
15032229_10209683122948184_8584388531013590076_n
Lo chef di Giaveno, durante la premiazione per la stella Michelin a Parma

GIAVENO – Un grande orgoglio per Giaveno. Il giovane chef Michelangelo Mammoliti, 30 anni compiuti a giugno, ha conquistato per la prima volta la prestigiosa stella Michelin. Dal 2014 il talentuoso cuoco giavenese dirige la cucina dell’Osteria Madernassa di Guarene, in provincia di Cuneo, ed è stato premiato ieri a Parma.

Il suo percorso di crescita professionale viene descritto in modo dettagliato proprio sul sito web del suo ristorante a Guarene:

“Michelangelo Mammoliti nasce nella vicina Giaveno e a Guarene, alle porte di Alba, dirige la cucina del Ristorante La Madernassa dal 2014, nel luogo esatto dove le Langhe baciano il Roero. In cima alle sue esperienze Gualtiero Marchesi, prima a L’Albereta, il suo ristorante di Erbusco in Franciacorta, poi nel ricercato Marchesino. E’ però l’incontro con Stefano Baiocco, due stelle Michelin, a cambiare la vita di Michelangelo. Stefano e la sua Villa Feltrinelli a Gargnano immersa nelle erbe aromatiche, nei germogli e in ogni tipo di fiore commestibili. Poi un giovanissimo Michelangelo inizia la sua peregrinazione in terra francese, che durerà oltre cinque anni, alla corte dei migliori chef che il panorama mondiale possa annoverare: Alain Ducasse (riuscito nell’impresa di gestire contemporaneamente tre ristoranti 3 stelle Michelin in tre diversi paesi, lui che nella sua carriera ne ha ricevute complessivamente 21 di Stelle Michelin), Pierre Gagnier (tre stelle Michelin, ndr) e Yannick Alléno, lo chef tristellato del Pavillon Ledoyen di Parigi. E’ alla loro corte che Michelangelo forgia la sua filosofia, ponendo le basi per quello che oggi è il suo modo di fare cucina e che non può fare a meno di tre parole chiave: esigenza, eccellenza e rigore. Il suo percorso prosegue tra i fornelli di Marc Meneau (tre stelle nella Guida Michelin 1984-1999 e dal 2004 al 2007) a Saint Père sous Vezelay e sarà proprio lui a trasmette la più profonda passione per la cucina che oggi Michelangelo prova a riversare in ogni suo piatto, al solo fine di soddisfare le aspettative degli ospiti”.

Anche la Città di Giaveno, in una nota pubblicata sulla pagina Facebook, si complimenta con lo chef per il grande risultato ottenuto.

14731119_540939356107237_2435454192350477334_n

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.