CHIANOCCO E IL CASO DELLE MAESTRE, INCONTRO TRA PRESIDE E GENITORI: “NE MANCANO SOLO DUE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
La scuola di Chianocco

CHIANOCCO – Martedì 30 ottobre si terrà un incontro tra i genitori della scuola primaria di Chianocco e il dirigente scolastico per confrontarsi sulla mancanza di maestre nel plesso scolastico. Il problema era stato sollevato ieri dalla parlamentare Daniela Ruffino, attraverso un comunicato pubblicato sul nostro giornale. La Ruffino si era interessata alla questione dopo la segnalazione di alcuni genitori del paese.

Il preside Pietro Ainardi rassicura le famiglie: “Le maestre a Chianocco ci sono, la carenza di insegnanti è un problema comune in tanti istituti scolastici, nelle grandi città come in montagna – spiega il dirigente a ValsusaOggi – a Chianocco abbiamo già 8 insegnanti operative e fino a ieri ne mancavano solo 2 per completare l’organico. In questo mese e mezzo di attività didattica abbiamo sempre garantito il servizio e le lezioni grazie alla disponibilità delle maestre già presenti a Chianocco, che hanno fatto gli straordinari, e con il distacco a Chianocco di colleghe che insegnano in altre scuole vicine e che fanno parte della nostra direzione didattica”.

Un’insegnante è bloccata a causa di un infortunio, mentre l’altra ha preso l’aspettativa per ragioni famigliari. Ma la buona notizia è che proprio da questa mattina a Chianocco è entrata in servizio una nuova maestra, quindi per completare l’organico ne mancherebbe soltanto una: “Purtroppo si tratta di un sistema complesso, che non dipende dal nostro istituto scolastico – aggiunge Ainardi – per selezionare i potenziali sostituti delle due insegnanti abbiamo analizzato 2000 candidature di messa a disposizione. I tempi sono lunghi, anche perché capita che un insegnante assuma l’incarico per poco tempo, ma poi decida di abbandonarlo a causa dell’eccessiva distanza dal luogo di residenza o altre difficoltà logistiche. Casi analoghi succedono in altre scuole di montagna, come a Cesana o Sestriere”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.