CHIOMONTE E IL MISTERIOSO ADDIO DELL’EX SINDACO PINARD. SI È DIMESSO DAL COMUNE DOPO 25 ANNI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
Un clamoroso e misterioso addio alla politica. Dopo 25 anni di attività in Consiglio Comunale, l’ex sindaco di Chiomonte, Renzo Pinard, ha improvvisamente dato le dimissioni e lascia il municipio. Le dimissioni sono state consegnate già la scorsa settimana, ma saranno ufficiali da martedì sera, quando si terrá un apposito consiglio comunale per la surroga. A un anno dalle elezioni comunali, Pinard era stato il consigliere più votato della lista Ollivier. Inizialmente aveva il ruolo di capogruppo di maggioranza, poi ha rotto con il primo cittadino, scegliendo di stare  in minoranza 

I motivi delle dimissioni? Formalmente si tratta di incompatibilità, ma sembra che si tratti di un pretesto, perché il fatto è alquanto singolare. A fine giugno Pinard ha partecipato, e vinto, la gara d’appalto comunale per gestire gli impianti sportivi del Frais per soli tre mesi, da luglio a settembre, pagando in cambio al Comune 300 euro di compenso totali (100 euro al mese).

Per la legge ovviamente un consigliere comunale non può gestire impianti del Comune stesso che amministra, quindi il segretario comunale gli ha comunicato che doveva dare le dimissioni o lasciare l’appaltino da 300 euro e che finiva a settembre. Sicuramente Pinard ne era già consapevole, ma ha scelto comunque di abbandonare il Comune. Ma anche al più ingenuo appare chiaro che dietro a questo gesto vi siano altre motivazioni. 

“Ho scritto la lettera di addio con le lacrime agli occhi, perché ero consigliere da oltre 20 anni – spiega Pinard – continuerò a occuparmi del paese, e presto organizzerò un incontro con i miei elettori. Non lascio la politica totalmente, e do già la mia disponibilità per le prossime elezioni comunali a Gravere, che si terranno nel 2016, nel caso in cui qualcuno volesse preparare una lista. Ho apprezzato la lettera che la minoranza mi ha dedicato, mentre mi è spiaciuto il silenzio da parte del sindaco Ollivier”.

I motivi dell’addio, oltre a quanto scritto in precedenza, rimangono quindi un mistero. Indiscrezioni dicono che l’ex sindaco avrebbe alcuni problemi per vicende legate alle sue attività imprenditoriali, che potrebbero avere ripercussioni anche in ambito giudiziario. 

Altra ipotesi di cui si parla, è invece di un nuovo incarico politico, nell’ambito della questione Tav e Val Susa, e che le dimissioni facessero parte di un “patto”, rinunciando così a fare opposizione al sindaco Ollivier, con cui nell’ultimo anno ha avuto vari scontri anche legati alle compensazioni Tav: “Non posso dire niente in merito al nuovo incarico, perché nulla è ancora sicuro, e ogni ipotesi in ballo potrebbe non realizzarsi – dice Pinard – posso solo affermare con sicurezza che non si tratterà di un ruolo in Telt”.

Intanto, per la vicenda dei soldi che dovevano essere pignorati dal suo Tfr da sindaco, per pagare un ex dipendente della sua società, e che invece sono stati erogati “a insaputa” del Comune, Pinard si è accordato per pagare la somma con un piano di rientro.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.