CHIUSA SAN MICHELE NON DIMINUISCE LA TASSA RIFIUTI: “PROMESSA NON MANTENUTA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

dal GRUPPO DI MINORANZA “CHIUSA AVANTI”

CHIUSA SAN MICHELE – Nel Consiglio Comunale del 7 luglio il Gruppo di minoranza “Chiusa Avanti”, con il suo Capogruppo Riccardo Cantore e i Consiglieri Alessia Leuzzi e Loris Pugliese, ha votato a favore di alcune variazioni e ratfche di bilancio riguardanti interventi messi in ato per l’emergenza Covid-19, ha ottenuto un voto unanime sulla mozione presentata, che prevedeva l’impegno da parte del sindaco e della giunta di inserire nel progeto dell’Ostello del Pellegrino un impianto di pannelli fotovoltaici, una fonte di energia ecosostenibile dalla quale deriverebbero molteplici vantaggi.

Inoltre il gruppo di minoranza ha voluto chiedere ulteriori chiarimenti sulla sospensione della concessione di affidamento e gestione del campo sportvo di via Roma. Per quanto riguarda l’interrogazione sulla tassa dei rifiuti il gruppo “Chiusa Avanti” ha voluto evidenziare le promesse disattese dalla maggioranza che nel passare dalla raccolta porta a porta dell’indifferenziato e del vetro settimanale a bisetmanale dal 2019 aveva promesso una diminuzione della Tari nel 2020, diminuzione non avvenuta, anzi in molte situazioni si è verificato addirittura un aumento.

Il Capogruppo Riccardo Cantore: “Nel Consiglio del febbraio 2019, a mia domanda, ci era stato riferito che tale riduzione del servizio avrebbe comportato una diminuzione della Tari per le famiglie negli anni successivi, questo non è avvenuto, e lo riteniamo grave, molte famiglie si sono lamentate”.

La Consigliera Alessia Leuzzi: “Se non si aveva la certezza di poter diminuire la tassa rifiuti allora non bisognava parlare di riduzione per far accetare il minor servizio e le conseguenti problematche. Trovo anche scorreto che la maggioranza non abbia pensato di comunicarlo ai nostri concitadini, spiegando il perchè della non riduzione”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. In tema rifiuti, (non c’entra con l’articolo) come mai in valle susa dobbiamo fare la raccolta differenziata con costi elevati , e siamo circa 60000 abitanti. Torino 900000 abitanti non sanno cosa sia la differenziazione dei rifiuti, buttano tutto nello stesso e unico contenitore. Come al solito ci prendono per il naso.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.