COAZZE, PROTESTA DEGLI STUDENTI FUORI DALLA SCUOLA: “VOGLIAMO TORNARE IN CLASSE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

COAZZE – Sull’onda di Anita. Anche a Coazze, come a Torino, i ragazzi della scuola secondaria Nicoletta hanno protestato contro la decisione della Regione Piemonte di confermare la didattica a distanza per le classi di seconda e terza media, nonostante il passaggio in zona arancione.

Per questo motivo, questa mattina, martedì 1° dicembre, 6 studenti, muniti di banchetto, libri e tablet, hanno deciso di seguire le lezioni davanti all’ingresso della scuola media. “Vogliamo tornare in presenza a scuola”, fanno sapere i ragazzi, che hanno resistito anche alle basse temperature. La protesta dei giovani studenti dovrebbe avere seguito anche nei prossimi giorni.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Mah! Io vorrei che poi usciti dalla scuola tutti usate la mascherina…ma vedo non e’ cosi’ Vedo che anche se il parco e’ chiuso i ragazzi ci vanno e l’ ho segnalato .

    • Le mascherine pare che lasciano il tempo che trovano… se no come si spiegano tutti questi sanitari, tutti ipervestiti, che si sono infettati? Forse é vero che i tamponi al 97% danno falsi positivi? Oppure é vera la novella che il virus punisce chi osa andare in vacanza o al ristorante? Una cosa in ogni caso é certa, siccome le produce Lapo Elkann dobbiamo continuare ad indossarle. Anche dopo il vaccino, che è così funzionante che hanno dovuto abbattere milioni di visoni perché su di loro il virus era già mutato.
      Meno male che qualche giovane non si lascia rincretinire dagli adulti e lotta per i propri diritti!

      • Puo’ essere….del resto un vaccino pronto subito conoscendo solo il 96.2% di origine del genoma non e realistico. Infatti anche le cure non sono valide per tutti.Pero’ sono bravi ragazzi e volenterosi, maschera a parte . Conte pensa di riaprire il 15, ma se poi chiude i confini il 20 dicembre cosa serve? Ennesima presa in giro. Poveri ragazzi pero’!

      • Buongiorno a tutti questa la devo proprio raccontare
        Ho chiamato una mia ex vicina di casa di Vicena adesso.Parlando di vaccini mi racconta che le figlie le han detto di fare il vaccino anti influenzale per i problemi attuali.Lei si reca dal medico che le fa il vaccino SENZA INDOSSARE LA MASCHERINA. Alcuni medici sig. Bru nella prima ondata non usarono la mascherina e si sono infettati….

      • Ma finiscila è ” che voi usaste” , lo so, ma so anche che lei non capisce le spiegazioni che le vengono date e la scuola vedo non ha potuto aiutarla! Pazienza la prendiamo cosi com’è!

    • No i ho 2 figli e ho segnalato coloro che erano al parco , per he’ la regola vale per tutti.E i miei figli non li ho mandati al nido anche perche’ parlando col loro medico siamo arrivati a questa decisione. Poiche’ il nido e’ utile e indispensabile solo alle lavoratrici .Io e mio marito abbiam pensato che con i bimbi piccoli meglio resti a casa per motivi personali . Proprio per il virus non li ho mandati e a luglio la piccola l’ abbiamo fatta battezzare ma al ristorante le famiglie singole di parenti invitati (pochi) tutti in tavoli divisi con mascherina scelta. E magari e’ lei che deve operare meglio in caso di pandemie come queste.I miei fratelli ancora non l’ han vista la nipote ( abitan lontano) .Finche’ non si trovano cure idonee meglio proseguire così. Non c’è questione di figli o meno, o di ‘ bravo bravo segnala’ .Le regole vanno rispettate e adesso bisogna stare attenti , non paranoici ma attenti.

    • Allora devi dire al virologo di dire ai chirurghi del mondo di operare sempre senza mascherina, cosi’ poi vediamo quando viene vecchietto e viene operato al cuore magari, se esce in forma. Sono sempre state utili….ma usarle tanto tempo certo non sono salutari.I virologi.Ti rinfresco la memoria ! A marzo 2020 il virus corona che arrivo’ dalla Cina, sembrava uscito da poco, poi si scopre che il medico che l’ ha scoperto venne messo in galera e che mori’ in 15 gg. Aspetta che il meglio ancora non lo sappiamo. Poi a aprile esce la verita’ del laboratorio negato.Apparso per miracolo , nello stesso tempo sparisce una dottoressa. Usa e Francia negano sempre coinvolgimenti e poi si scopre che in un modo o nell’ altro sapevano del laboratorio e forse non solo qllo. Nel 2012 vennero fatte tesi di laurea sulla polmonite del coronavirus del pipistrello con tanto di lastre pubblicate insieme alle tesi.A parte il 3,8% del genoma del covid19 di cui non si conosce l’ origine, il resto del genoma di questo virus e’ qllo del pipistrello .Ma la Cina tace! E se fai 2+2 capirai che di questo virus lo sanno da un po’ o meglio sanno da anni che avrebbe potuto uscire. E te lo dico per cio’ che una signora che ha partorito nel periodo che ho partorito io mi ha detto. Mi pareva un po’ visionaria, ma poi mi torno’ in mente una cosa di cui non posso parlare per non rompere una promessa fatta a un anziano che non c’ e’ più!

  2. Mah come sono cambiati i tempi , io avrei dato volentieri tutte le merendine di un’anno per restarmene a casa , si vede che questi ragazzi sono molto più maturi di quanto eravamo noi ………………. oppure sono molto male consigliati dai genitori che pensano unicamente ai loro problemi di gestione e non ad una educazione civica .

    • Credo che la risposta esatta sia la seconda.Io pero’ al nido non li ho mandati e se va avanti a lungo scuola materna ciao ciao! Rinuncio a tante cose perche’ cose certe non le sappiamo. A volte sentiamo cose da qlcuno, ma se non confermato poi meglio stare sempre nel mezzo e vivere sereni ma essere prudenti.E gia’ cosi’ il rischio c’ e’!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.