COLATA DI FANGO SUI BINARI, SOPPRESSI TUTTI I TGV DALLA VALSUSA ALLA FRANCIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

OULX / BARDONECCHIA – Al confine francese i danni causati dal maltempo sono stati ben maggiori che da noi.

Una colata di fango ha bloccato la linea ferroviaria tra Modane e Saint Jean de Maurienne. Per alcune settimane, dall’Italia e dalla Valsusa non si potrà quindi raggiungere Parigi e la Francia con i Tgv: sono stati soppressi tutti i treni ad alta velocità della linea Milano – Parigi che fermavano a Oulx e Bardonecchia. La linea ferroviaria è interrotta.

Oggi, martedì 2 luglio, una nuova colata di fango ha infatti invaso i binari tra Modane e Saint Michel. Per fortuna, grazie al decreto del Prefetto della Maurienne (emanato a seguito dell’allerta meteo arancione) la circolazione dei treni era stata bloccata già dalle 16, evitando incidenti.

Le ferrovie francesi hanno pubblicato a tal proposito la seguente comunicazione sul sito ufficiale di Sncf: “Linea Chambéry – Modane – In seguito al maltempo del 2 luglio, una colata di fango interrotto il traffico ferroviario tra St-Jean-de-Maurienne e Modane per un periodo di diverse settimane”.

Non ci dovrebbero invece essere problemi per chi vuole raggiungere di domenica Modane, utilizzando il treno regionale dalla Valsusa.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

20 COMMENTI

  1. già … anche perchè faranno il tunnel che parte direttamente da Torino ed arriva a Lione ,,, mi sa che alcuni soggetti dimenticano il cervello sul cuscino ,,,,

    • Con buona pace di chi non sa che il tunnel andrà da Susa a Saint Jean de Maurienne tagliando proprio quella parte di Valsusa e Maurienne dove con cadenza regolare ci sono frane, smottamenti e colate di fango che finiscono su statale e ferrovia. Ma capisco che chi non mette mai il naso fuori dalla Valsusa e si limita a frequentare presìdi, queste cose non le sappia.

  2. Beh. decisamente meglio una linea di superficie interrotta per qualche giorno che non un tunnel (magari con qualche treno pieno di persone) bloccato per una frana

      • Ah già, nel contratto “pensato” e stilato dal PD una delle clausole indica chiaramente che le frane sono vietate! Se dovessero capitare che facciamo, multiamo la montagna? Sai dicevano anche per il traforo del monte bianco che sarebbe stato a prova di incidente, fin quando qualcuno non ci ha lasciato le penne. Un tunnel è a prescindere sempre più critico di una linea aperta. Sui suoi termini evito ogni commento

        • Figuriamoci se non era colpa del pd, salvini e dimaio, con il sostegno dell esimia castelli e luminari come toninelli invece …. leganord ladri condannati ma impuniti cone salvini bossi romeo montanari siri rixi il trota…Parlano le sentenze ma quelle valgono solo x reati cone guida in stato di ebbrezza non per furti di milioni ai danno dei contribuenti…

        • Ma che stupidaggini stai dicendo? Ma hai almeno una minima idea di dove si troveranno i due ingressi del tunnel di base? Ovviamente no, se no staresti in religioso silenzio.

        • Senza contare ovviamente il tuo paragone senza senso con un tunnel autostradale a singola canna, privo dei più elementari sistemi di sicurezza, in cui circolano mezzi a combustione interna (inclusi TIR), guidati da chiunque, che possono avere facilmente incidenti o prender fuoco. Proprio la stessa cosa di un tunnel ferroviario a doppia canna, dotato dei più moderni sistemi di sicurezza del mondo, in cui circolano mezzi elettrici guidati da gente qualificata e supportata dalla tecnologia. Ma fatevi furbi va. Almeno una volta chi non capiva una ceppa di un argomento aveva la buona cortesia di stare zitto.

          • Ma che cosa state dicendo voi???? La gente muore in treno anche senza un tunnel sopra la testa, figuriamoci in un budello lungo svariati chilometri. Le infrastrutture (TUTTE, indistintamente) sono sicurissime fin quando qualcuno ci lascia la pelle, poi vai a spiegare ai parenti delle vittime quanto erano affidabili i “più moderni sistemi di sicurezza del mondo” !

          • Discorso senza senso. Il rischio zero non esiste, così come tecnologie diverse presentano fattori di rischio diversissimi. Fammi qualche esempio di tunnel ferroviario moderno, in cui sono applicate tutte le tecnologie che saranno presenti nella NLTL (ovvero le stesse presenti al Gottardo e al Lotschberg), in cui ci siano stati tutti questi morti o disastri. È ora di piantarla di fare discorsi da Bar e di tutta l’erba un fascio facendo improbabili paragoni con incidenti avvenuti su linee obsolete con tecnologie obsolete. Non sono la stessa cosa, è ora che ve lo facciate entrare nella testa.

  3. Con buona pace dei si tav che tifano per tutto quello che stravolge il clima, contenti di portare sulle Alpi i tifoni tropicali.

    • Con buona pace di chi crede che i mezzi elettrici (che sono il futuro) stravolgano il clima mentre i TIR che bruciano idrocarburi producono gas benefici per la salute e per il riscaldamento globale. Mi chiedo se siete solo ignoranti come delle capre o in malafede.

  4. Ora si che siamo isolati dall’europa. Speriamo nel ponte aereo di aiuti umanitari. Date l’8 per mille alla Val di Susa.

  5. La capra ignorante suggerisce al Signor Maalox di cominciare a pensare che il futuro, con un’umanità a trazione elettrica o più probabilmente a calci nel culo, in cui si illude di credere avrà ben poche possibilità di esistere quando i campanile di San Marco sarà sommerso sotto quaranta metri di acqua e gli eskimesi a gennaio saranno tormentati da nugoli di zanzare.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.