CONDOVE, I BIMBI DELLA PERODO INCONTRANO I VETERINARI E FESTEGGIANO IL CARNEVALE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla SCUOLAA.PERODO

CONDOVE – La mattina di venerdì 22 febbraio la Scuola dell’Infanzia di Condove “Angelo Perodo” ha accolto alcuni simpatici e pelosi ospiti. I bambini e le maestre erano già in trepidante attesa, tutti riuniti nel salone dell’edificio quando, finalmente, è suonato il campanello. Insieme alle veterinarie Elena, Ilaria e Raffaella, sono entrati Isotta al guinzaglio, una cagnolina di razza shih tzu, e comodi nei loro trasportini Diego e Simba, due simpatici gattoni, Tippete il coniglietto e due tartarughine di terra.

Dopo essersi presentate hanno introdotto ai bimbi ognuno degli animali presenti, spiegando loro la differenza tra un animale domestico ed uno selvatico, per analizzare poi le cure di cui questi ultimi, ormai dipendenti da noi uomini, hanno bisogno. I bambini, ormai esperti sul tema del “prendersi cura”, inserito nella programmazione didattica dell’anno scolastico in corso, e già affrontato dagli alunni delle tre sezioni con le loro maestre, hanno partecipato con piacere alla discussione, portando il loro contributo suggerendo il significato di prendersi cura degli animali ed elencando le attività necessarie per farlo.

Per conoscere poi approfonditamente ognuno dei piccoli ospiti, i bambini sono stati divisi in tre gruppi, ognuno dei quali accompagnato da una delle loro insegnanti, e a turno una delle veterinarie e alcuni degli animali. Uno di questi gruppi era interamente dedicato alla piccola Isotta, che i bambini hanno potuto accarezzare tranquillamente, essendo lei molto socievole, ed imparare a conoscere quali fossero le sue esigenze. Un altro gruppo ha visto protagonisti i due gattoni Diego e Simba che, molto più intimoriti di Isotta, hanno permesso ai bambini di riflettere sull’importanza di relazionarsi con loro con molta delicatezza, rispettando il loro timore. Un ultimo gruppo si è infine dedicato alla conoscenza di Tippete, il coniglietto, anch’esso molto intimorito, e le due tartarughe di terra.

Per tutta la mattina, quindi, si è discusso di prendersi cura, in modalità e momenti differenti, prima  come concetto generale e dopo in relazione alle diverse specie animali, ognuna con le proprie unicità ma tutte accomunate dalla necessità di impegno e dedizione da parte di chi si cura di loro. Inevitabile è però stata anche la riflessione circa la diversità, un altro degli argomenti trattati nella programmazione annuale in corso attraverso le vicende del gatto Zorba e di Fortunata, protagonisti del libro di Luis Sepùlveda “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, filo conduttore delle attività didattiche di quest’anno. Nella storia infatti, Fortunata è una gabbiana, e perciò diversa da Zorba sotto molti punti di vista, ma lui se ne prende cura ugualmente, e non con meno affetto. Allo stesso modo, i bambini hanno imparato che si può volere bene e prendersi cura di esseri viventi molto diversi da loro, rispettando le loro particolarità e facendo tesoro della loro diversità.

Nell’ultima settimana del mese, invece, si sono un po’ abbandonati questi temi profondi per dedicarsi al divertimento. Col Carnevale alle porte, i bambini di cinque anni hanno ricevuto la visita degli alunni di Prima della Scuola Primaria di Condove per condividere insieme un momento di festa. I bambini hanno mangiato insieme le bugie, e cantato e ballato nel salone della scuola, scatenandosi ed infine salutandosi con un dono reciproco: delle mascherine di Carnevale.

Il mese di febbraio si è concluso in allegria con la super festa in maschera che ha visto bimbi e personale della scuola travestiti coi colori più sgargianti, e tra musica, balli e sfilate, la mattina è terminata con un ottimo pranzo dal menù carnevalesco. Per augurare un buon Carnevale a tutte le famiglie, i bimbi, con l’aiuto delle maestre, si sono infine cimentati nella preparazione di alcuni dolcetti, per condividere il momento di festa anche con i loro genitori.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.