CONDOVE, IN ARRIVO NUOVI SENSI UNICI / LE IDEE DEL COMUNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CONDOVE – Si è svolto nella serata di lunedì 10 aprile a Condove, l’incontro pubblico con i residenti di via Gramsci, Conte Verde, Massimo d’Azeglio, Piave ed Einaudi, per esaminare con l’amministrazione e la polizia municipale le tematiche relative al miglioramento della viabilità in questa parte del paese.

“Una zona legata allo sviluppo della ex Moncenisio e che nella seconda metà del ‘900 si è profondamente trasformata – ha spiegato in apertura il sindaco Emanuela Sarti – con un deciso aumento di popolazione e di auto pro famiglia”.

Vetture che, come testimoniato anche dalle numerose foto proiettate durante l’incontro, costituiscono oggi un vero e proprio problema per il transito a doppio senso di circolazione sopratutto nel tratto di via Conte Verde tra via Matteotti e via Piave, e in via Gramsci.

“Le auto sono parcheggiate pressoché in modo continuativo lungo uno dei due cigli stradali – ha illustrato il comandante Piras della polizia municipale – rendendo di fatto alcuni tratti già un senso unico alternato: via Gramsci, in particolare, ha una larghezza di circa 5 metri, se si considera l’ingombro di almeno 2 metri di una vettura in sosta, non resta sicuramente spazio per la doppia circolazione”.

A questo disagio, si aggiunge anche quello dell’incrocio tra via Conte Verde e via Matteotti, definito dalla stessa polizia municipale come un “nodo problematico in quanto la scarsa visibilità, la presenza di manufatti sporgenti, e le auto spesso parcheggiate a ridosso dell’incrocio rendono pericoloso il doppio senso di circolazione, talvolta aggravato dall’occasionale transito di mezzi pesanti che erroneamente percorrono la via”.

“L’incontro, a cui hanno partecipato una settantina di residenti, è stato molto costruttivo – spiega ancora l’assessore alla viabilità Giorgia Allais – perché abbiamo ritenuto indispensabile, prima di intraprendere qualsiasi modifica della viabilità, consultare chi vive in questa zona, proprio per esaminare insieme le possibili soluzioni: è evidente che ci sono esigenze molto diverse da parte dei residenti, ma ci è sembrato che la proposta di istituire un senso unico sia stata favorevolmente accolta dai tanti presenti in sala”.

Una possibile soluzione, infatti, è proprio quella di istituire un senso unico nei due tratti di via Conte Verde e via Gramsci con maggiori criticità: un progetto “nel cassetto” del Comune e richiesto più volte da alcuni residenti già da alcuni anni, che prevedrebbe quindi la tracciatura della nuova segnaletica orizzontale e l’installazione della nuova verticale, la delimitazione dei parcheggi consentiti e l’individuazione di passaggi pedonali sicuri, nonché l’installazione di almeno un paio di dossi per rallentare la velocità.

“Nella prossime settimane continueremo a lavorare al progetto – conclude l’assessore Allais – per recepire alcuni interessanti spunti che sono emersi proprio dai residenti durante l’incontro: in particolare, valuteremo in modo più approfondito la direzione del senso unico, che al momento abbiamo proposto in uscita da Condove su via Conte Verde e in immissione su via Torino da via Gramsci, la possibilità di istituire il senso unico anche in un tratto di via Piave e la limitazione oraria di alcuni tratti di parcheggi. Abbiamo già destinato alcune risorse del bilancio a questo progetto, con l’intenzione di concretizzarlo nel 2017”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.