CORONAVIRUS A CHIOMONTE: POSITIVI 33 ANZIANI E 23 OPERATORI NELLA CASA DI RIPOSO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICAZIONE DEL SINDACO ROBERTO GARBATI (Sindaco di Chiomonte)

CHIOMONTE – Oggi, sul sito ufficiale del SISP (tracciamento soggetti “positivi” di accesso riservato), sono elencati 25 contagiati Covid residenti a Chiomonte che sono suddivisibili in due raggruppamenti: quelli che sono ospiti/operatori nella RSA Casa Amica (20) e quelli invece che non lo sono (5).

Dei cinque “non RSA”: una persona è da più di tre settimane a Torino, un’altra risulta in un ospedale reparto Covid e tre sono in isolamento.

Per quanto riguarda la RSA, struttura che era uscita indenne dalla prima ondata Covid del febbraio – maggio, già nel comunicato del 27 novembre si era informato che il virus era entrato a Casa Amica nel mese di novembre e che i positivi erano 36 ospiti e 18 operatori (complessivamente 54 su 131). Nel mese di novembre si sono verificati due decessi.

La situazione di oggi è: 33 ospiti positivi; 26 ospiti negativi; 23 operatori positivi; 41 operatori negativi. Complessivamente 56 positivi su 123. Il numero dei decessi è purtroppo passato da 2 a 10. Gli ospiti sono attualmente 59 di cui due attualmente sono in ospedale, gli operatori sono attualmente 64 di cui 41 operativi in quanto negativi.

Non ci sono problemi di disponibilità di dispositivi di protezione individuale. Permane sempre la difficoltà di individuare OSS e soprattutto personale infermieristico. Un dato incoraggiante dalla RSA Casa Amica è quello relativo alla “negativizzazione” di nove ospiti fra i primi ad essere risultati positivi a metà novembre.

Il Centro Operativo Comunale (COC) continua a monitorare nel tempo la situazione complessiva nel paese, ivi compresa, tramite le opportune e costanti interazioni, quella di Casa Amica. Sono contattate periodicamente, per quanto possibile, le persone contagiate, si è seguito con discrezione il decorso delle loro malattie, si è raccomandato il rispetto delle regole e ci si è resi disponibili agli aiuti del caso.

Proseguono i rapporti con la Prefettura, la Regione (Capo Gabinetto), il DIRMEI, il medico, l’Asl locale, la Croce Rossa Italiana e la Protezione Civile locale. Si rinnova la raccomandazione dell’uso della mascherina indossata regolarmente, stando a distanza di due metri da altre persone, evitando di toccarsi bocca, naso e occhi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. CI SONO TANTI NEGAZIONISTI IN GIRO
    ASSOLDIAMOLI E MANDIAMOLI LI, TANTO PER LORO IL VIRUS C’E’
    SE POI SI AMMALANO BASTERA’ DIRGLI CHE E’ UNA BANALE INFLUENZA.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.