CORONAVIRUS A GIAVENO: GUARITA UNA DONNA DI 91 ANNI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICAZIONE DEL SINDACO DI GIAVENO CARLO GIACONE

BOLLETTINO RIASSUNTIVO DELLA SITUAZIONE A VENERDI’ 15 MAGGIO 2020

NUMERO DEI CITTADINI RESIDENTI A GIAVENO RISULTATI POSITIVI: 41
DI QUESTI 41:
– 33 IN ISOLAMENTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE DI CUI 15 DEL PERSONALE SANITARIO E 14 DI LORO SONO IN ATTESA DEL SECONDO TAMPONE NEGATIVO PER LA COMPLETA GUARIGIONE;
– 5 RICOVERATI IN STRUTTURA OSPEDALIERA;
– 3 IN STRUTTURA PER ANZIANI;

DALL’INIZIO DELLA CRISI E FINO ALLA DATA ODIERNA IL NUMERO DI CITTADINI RESIDENTI A GIAVENO DECEDUTI È DI 5
NUMERO CITTADINI RESIDENTI GUARITI: 24

Un uomo di 83 anni del nostro paese è stato ricoverato in ospedale e risulta positivo al Covid-19. Vorrei esprimere tutta la mia vicinanza, e quella della comunità giavenese, a lui e a tutta la sua famiglia che sta vivendo un periodo veramente difficile.
Un medico di 55 anni, una donna di 91 che è ospite di una struttura per anziani e una donna di 60 anni sono finalmente GUARITI dall’infezione. Faccio i miei migliori auguri a tutti loro. Come possiamo notare, da questo virus si può guarire anche in età avanzata. Sono molto felice per la signora novantunenne guarita.
Ho anche aggiornato il dato dei cittadini risultati positivi e che sono ospitati nelle RSA, perché solo oggi son venuto a conoscenza che due nostri concittadini anziani, un uomo di 84 anni e una donna di 93, con i quali non ero riuscito a mettermi in contatto nei giorni scorsi, sono ospiti di case di riposo al di fuori del nostro territorio comunale.
MASCHERINE

Ricordo a tutti che chi non è riuscito a recuperare la mascherina nella sua zona può chiamare in municipio (011 9326400) tra le 9.00 e le 12.00, dal lunedì al venerdì, e accordarsi con il centralinista per la consegna dei dispositivi di protezione, presso Palazzo Marchini, o, nel caso di persone anziane e con difficoltà a spostarsi da casa, si può lasciare il recapito affinché venga consegnata al domicilio.
Siamo sempre in attesa delle mascherine distribuite dalla Regione Piemonte tramite Poste Italiane, che arriveranno direttamente nelle buche delle lettere.

MATRIMONIO
Domani ci sarà il primo rito civile dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Sala degli Specchi di Palazzo Marchini. Le regole di sicurezza prevedono la presenza del celebrante, dei due sposi e dei due testimoni. Non sarà possibile la compresenza di famigliari e amici fino a nuove disposizioni. Oggi è stata sanificata e pulita la sala che ospiterà il matrimonio. È un primissimo passo verso la normalità.

VIA ROMA
Finiti in soli due giorni i lavori di rifacimento dell’asfalto di Via Roma. A breve verrà ripristinata la segnaletica orizzontale. Ringrazio la ditta che ha effettuato i lavori e tutto l’ufficio tecnico del comune, a partire dai nostri operai, per la celerità nell’esecuzione dei lavori, nonostante il cattivo tempo di questa settimana.

CONSEGNA MASCHERINE ALL’AUSER
Oggi in municipio ho ricevuto due rappresentanti della comunità della Chiesa Cristiana Evangelica di Giaveno, Salvatore Middonte e il fratello Giovanni. Hanno consegnato al Presidente dell’Auser Dino Casalis 350 mascherine che hanno recuperato grazie a una comunità cinese di prato appartenente alla stessa Chiesa.
È stato un bel momento in cui il bisogno di un’associazione che tanto fa per i nostri anziani ha incontrato l’offerta da parte di un gruppo di persone che volevano dare un segno tangibile di vicinanza alla popolazione del nostro Comune. Ci siamo permessi di farli incontrare perché lo scopo finale è che i volontari Caritas possano riprendere a breve il loro fondamentale servizio di accompagnamento presso gli ospedali in tutta sicurezza, anche se la loro opera di volontariato non si è fermata in questo periodo, aiutando ad esempio nella distribuzione a domicilio dei buoni alimentari del Comune. Grazie a tutti loro. L’ennesima dimostrazione che Giaveno è unita e solidale, e usando le parole del Presidente Casalis: “Un piccolo ma prezioso e significativo gesto di generosità, che unisce e accomuna parti diverse della nostra comunità civile”.

SCI ALL’ASILO
Da 25 anni porto avanti un progetto rivolto ai bambini più piccoli degli asili per avvicinarli al mondo della montagna e dello Sci. Si fanno generalmente 5 o 6 lezioni con i maestri di Sci a Pian Neiretto. Il corso prevede una piccola compartecipazione del costo per le famiglie dei bambini che aderiscono.
Dopo 25 anni questo è il primo anno che abbiamo dovuto sospendere il corso. Siam riusciti a fare solo la prima lezione. Non era mai successo. Le cause sono due. Fra Gennaio e Febbraio non c’è stata praticamente neve in montagna e poi a causa del virus le scuole e gli asili hanno chiuso.
Sto portando personalmente la quota versata a inizio anno a tutte le famiglie anche per poter fare un saluto veloce a tutti i bimbi, seppur a distanza o con il gomito. Per me incontrarli, poter vedere il sorriso sui loro volti, fare due battute in queste settimane dove non hanno più incontrato le maestre o i loro amichetti in classe, è un momento di gioia. Spero solo di risultare simpatico. Tutti quanti noi abbiamo bisogno di un po’ di momenti di felicità e spensieratezza, ancor di più in questo periodo.

OSPITE DI RETE 7
Nel pomeriggio sono stato ospite in diretta e a distanza, della trasmissione “Parliamone” di Rete 7. Ringrazio la conduttrice Maria Teresa Marinò per l’opportunità di parlare della nostra bella Giaveno, delle nostre montagne, dei sentieri, della natura, dei prodotti tipici e del commercio cittadino. Hanno anche mandato in onda il video “Giaveno Riparte…Riparti da Giaveno”, promosso dall’Assessore al Commercio, Marilena Barone, in collaborazione con l’Ufficio Turistico e con la partecipazione di molti commercianti del nostro paese. Un’iniziativa veramente bella che riscuote l’interesse delle televisioni piemontesi. Ho anche parlato di come stiamo affrontando la lotta al covid-19 e delle iniziative messe in campo dal Comune. A parte una piccola gaffe in cui ho ringraziato “Primantenna” mentre ero in diretta su “Rete 7” (nota di colore), ho provato a presentare al meglio il nostro territorio, anche per incentivare un turismo ecosostenibile e “lento” per la bella stagione che sta per arrivare.

RIAPERTURE
La notizia dovrebbe essere ufficiale, anche se sul sito della Regione non ci sono ancora delle informazioni in merito. Da lunedì 18 potranno riaprire tutti i negozi, compresi i centri di estetica. Da martedì 19 invece potranno riaprire parrucchieri e barbieri seguendo le linee guida stabilite dall’INAIL per la riapertura e che si possono trovare sul web.
Dal 25 invece sarà il turno di bar e ristoranti e per quanto riguarda invece le disposizioni relative al settore della ristorazione, la Regione ha intenzione di modificare in parte le indicazioni nazionali per agevolare gli esercenti.
Ma, ormai siamo abituati da mesi, ogni giorno cambiano le regole e quindi conviene attendere il nuovo decreto legge del Consiglio dei Ministri, che sarà comunicato nelle prossime ore, e che dovrà stabilire cosa succederà dal 17 in poi. È molto probabile comunque che cadranno le restrizioni sugli spostamenti sempre all’interno dei confini regionali e non dovrebbe più essere necessaria l’autodichiarazione. Per andare in altre Regioni invece forse dovremmo aspettare il 3 giugno.
Le due regole principali comunque le conosciamo tutti e dovremmo rispettarle per chissà quanti mesi ancora: distanza interpersonale sempre, al chiuso e all’aperto, di almeno un metro, se ancora più distanti è meglio, utilizzo delle mascherine in tutti i luoghi chiusi e, dipenderà dai luoghi, anche utilizzo dei guanti monouso. Per fermare il contagio è indispensabile rispettare queste regole basilari, saranno anche antipatiche ma sono estremamente utili.

Un caro saluto a tutte e a tutti

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.