CORONAVIRUS A SANGANO: NELLA RSA CONTAGIATI 42 ANZIANI E 18 OPERATORI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

SANGANO – Ad oggi, lunedì 11 maggio, all’interno della Rsa Aldo Maritano di Sangano, sono 42 gli ospiti positivi al Covid-19 sui 56 totali. Anche il personale che opera nella struttura è rimasto contagiato: tra Oss ed infermieri sono 18 le persone positive.

Prima dei risultati dei tamponi ci dicevano che andava tutto bene, poi ci siamo ritrovati con un numero di contagiati elevatissimo”, spiegano i sindacalisti Cornelia Munteanu (Fp Cgil), Michele Nesenzia (Uil Fp) e Sara Carbota (Cisl Area Metropolitana Torino e Canavese). “Comunque gli ospiti sono stazionari. Mentre alcuni operatori, che sono in isolamento e proseguono la terapia, non stanno molto bene“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. E che bella roba… la vergogna d’Italia: una strage di anziani da nord a sud Italia, l’altra sera su Rai 2 un giornalista ha detto una frase che mi ha colpito: ha detto che in molte zone d’Italia non si vedranno mai più anziani giocare a bocce o a carte, una generazione sterminata… perchè qualcuno ha avuto la bella idea di fare soggiornare i malati di covid nelle RSA provocando così un contagio abnorme e una strage di innocenti che non hanno potuto nemeno avere qualcuno che tenesse loro la mano al momento del trapasso e infine manco un funerale per elaborare il lutto…

    • Forse bisognerebbe anche prendere coscienza che con o senza covid un bel momento arriva la ns ora che sarà per un virus, un batterio o un qualcos’altro, ma arriva per tutti, piaccia o no.

  2. Concordo che non si vedranno più anziani giocare a carte o a bocce, ma perchè se gli 70-80enni di oggi sono andati in pensione sui 50-55 anni col 70-80% dell’ultimo stipendio e quindi per almeno 20 anni hanno potuto giocare a bocce e carte, i pensionati di domani andranno in pensione dopo i 70 anni e con la misera pensione che avranno, finchè si reggono in piedi dovranno arrabattarsi per mettere assieme pranzo e cena e infine mettersi ai crocicchi a chiedere l’elemosina.
    In ogno caso nelle RSA non giocano nè a bocce, nè a carte.

    • Diciamo che prima dei 70 anni non daranno nulla.
      Poi, dopo i 70 anni, se sarai riuscito a sopravvivere, ti daranno un’elemosina.
      Ma avere un lavoro fino a 70 anni sarà tutt’altro che semplice!

  3. Alle regioni e allo stato ha fatto comodo dare in appalto alle Cooperative le RSA e Comunità e tutto ciò che riguarda il sociale che si sa che giocano al ribasso e risparmiano sui costi per il personale che dopo anni di lavoro faticoso a livello fisico e psicologico si ritrovano con una pensione ridicola a cui non viene riconosciuto il lavoro usuranti.Adesso tutti angeli e domani?Riprenderanno a lavorare come spesso accade sotto organico.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.