CORONAVIRUS, A SANT’AMBROGIO 4 MORTI E 10 POSITIVI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

EMERGENZA CORONAVIRUS: COMUNICAZIONE DEL SINDACO DI SANT’AMBROGIO DI TORINO

Cari concittadini,

Ad oggi a Sant’Ambrogio su 43 tamponi eseguiti 10 sono risultati positivi e purtroppo 4 sono le vittime di Coronavirus, un dato allarmante per la nostra comunità e sintomatico della gravità della situazione attuale, che si conferma molto seria.
A nome di tutti mi unisco al dolore delle famiglie che stanno affrontando questi lutti e sono loro vicina nell’affrontare un momento reso ancora più drammatico dall’impossibilità di avere il conforto di amici e famigliari per le esequie che, per ovvie ragioni, saranno purtroppo in forma strettamente privata.

Dopo le drammatiche ma doverose notizie, ci tengo ad aggiornarvi su quanto il comune stia facendo per affrontare al meglio questa emergenza, grazie al supporto dei dipendenti, delle associazioni di volontariato e delle istituzioni.
Grazie al prezioso contribuito del volontari abbiamo distribuito mascherine ai commercianti, in prima linea in questa emergenza, e alle famiglie. Ci teniamo a farvi sapere che cercheremo di essere vicini a tutti e che entro la fine del mese, se tutto andrà bene, riusciremo a fare un secondo giro di consegne in tutte le case. So bene che una mascherina possa sembrare poco, ma purtroppo sappiamo tutti che i tempi di consegna in questo periodo sono lunghi e spesso difficilmente prevedibili.
Insieme al CONISA abbiamo attivato il sistema dei buoni alimentari per la spesa e per i farmaci, destinati alle fasce più colpite della popolazione.
Il COC (centro operativo comunale) è aperto dall’inizio dell’emergenza sanitaria e si sta rivelando un mezzo efficace per rilevare e affrontare le esigenze dei cittadini in difficoltà a causa del Coronavirus.
Sempre grazie alle associazioni di volontariato, è attivo un sistema di spesa a domicilio rivolto agli anziani (over 65) e alle persone più fragili.

Infine, stiamo cercando di vigilare al meglio affinché le disposizioni di legge siano rispettate da tutti (come ci ricorda ogni giorno la macchina del comune!). Ecco, in questo momento chiedo ancora a tutti di ascoltare con speranza i dati incoraggianti che ci vengono detti in TV, senza però dimenticare la gravità della situazione attuale sul nostro territorio e il fatto che purtroppo basterebbe poco per vanificare gli sforzi di queste settimane e tornare a favorire i contagi.
Un grande grazie va quindi a tutti i funzionari del Comune, ai Volontari e alle Forze dell’Ordine, al Parroco, ai medici di base e ai loro collaboratori, agli operatori degli esercizi commerciali, rimasti aperti non senza rischi per soddisfare le nostre esigenze essenziali anche con talune encomiabili iniziative di solidarietà, a tutti gli amministratori, sia di maggioranza sia di minoranza indistintamente, che in questi difficili giorni con grande senso di responsabilità hanno dedicato tempo ed energie per affrontare una situazione così difficile e complicata da gestire come una epidemia.
Infine, ma non per ultimi, voglio ringraziare tutti voi miei cari concittadini e concittadine che, a parte rari casi, avete dimostrato pazienza, senso di solidarietà e responsabilità, confermando una volta di più la straordinaria ricchezza umana e forza di carattere di Sant’Ambrogio.

Quelle che verranno nei prossimi giorni saranno Festività strane e certamente diverse dal solito, ma sarà questo sacrificio a poterci permettere di riavere le nostre libertà. Iniziamo tutti ad essere logorati dalla situazione e ogni giorno le preoccupazioni sembrano aumentare, me ne rendo conto, ma dobbiamo mantenere quella forza d’animo che ha portato ad avere un miglioramento della situazione in tutta Italia, perché solo questo atteggiamento di serietà e diligenza nel rispetto delle norme ci aiuterà ad uscire da questa brutta situazione nel tempo minore possibile.

A tutti voi auguro che questa sia una Pasqua di speranza e fratellanza ma anche di gioia per la bellezza della vita che mai finisce di stupirci neppure nelle peggiori difficoltà.
Ce la faremo tutti insieme, la vita è più forte di qualunque virus o catastrofe.

Un sorriso ed un abbraccio per tutti!
Antonella Falchero

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.