CORONAVIRUS, AD AVIGLIANA 3 MORTI E 23 CONTAGIATI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BOLLETTINO DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA – «Purtroppo sono costretto a comunicarvi a malincuore – dichiara il sindaco – che è intervenuto un terzo decesso. Si tratta di un uomo di 60 anni già ricoverato presso l’ospedale San Luigi di Orbassano per patologie pregresse alla cui famiglia rinnoviamo le nostre più sentite condoglianze».

Tuttora i positivi in isolamento domiciliare risultano 13 mentre altri 7 sono ricoverati, a questi si aggiungono tre persone non residenti in degenza presso i posti letto di continuità assistenziale dell’ex ospedale Sant’Agostino.

Circa una ventina continuano poi ad essere le persone poste in isolamento fiduciario a scopo precauzionale. È importante sottolineare in questa fase che il dato dell’infezione non equivale a quello della malattia: molti soggetti infettati sono pressoché asintomatici. «Come potete notare dunque – ricorda il sindaco – sebbene i dati continuino ad essere in linea con le proiezioni del nostro contesto territoriale l’emergenza è ancora lontana dal concludersi ed anzi non si manifestano ancora pienamente i benefici delle limitazioni progressivamente adottate. A questo proposito ricordiamo che nella serata di mercoledì primo aprile è stato emanato un nuovo Dpcm che proroga sino al giorno 13 del corrente mese le misure restrittive attualmente in vigore. Continua dunque a valere il monito a restare a casa ad usufruire, nei particolari casi previsti, dei servizi avviati sul territorio per rifornirvi di beni di prima necessità».

Gli interventi di Asl To3 sul territorio
L’Asl To3 ha messo in campo alcune iniziative per contrastare la diffusione del contagio con una parziale conversione delle unità di ricovero. Le strutture sanitarie del nostro territorio si stanno adeguando a rispondere in modo più efficace all’emergenza. Sono state attivate delle unità speciali territoriali di continuità dell’assistenza: medici intercettano a domicilio l’eventuale bisogno e valutare la necessità di seguire nel tempo la persona o disporne l’eventuale osservazione in ricovero ospedaliero.
Sul nostro territorio le unità sono due, a Condove (per la Val Sangone e per la bassa valle Susa) e a Oulx per l’alta valle. Non si tratta di servizi attivabili dalla cittadinanza ma solo dal singolo medico curante. Sta inoltre crescendo il fabbisogno di unità di degenza per i soggetti che hanno forme attenuate della malattia o – dimessi dai presidi ospedalieri dopo la fase acuta – necessitano di alcuni giorni di osservazione prima della dimissione definitiva a domicilio. A questo scopo le due unità di Continuità assistenziale di Avigliana e Giaveno sono in queste ore riconvertite. Gli attuali degenti, negativi per infezione e che non possono essere riaccolti in famiglia per diverse ragioni, sono ospitati nelle Rsa del territorio a totale carico della Asl. Questo al fine di prevenirne il contagio e accudirli in sicurezza. Presso la nostra Casa della salute del polo Sant’Agostino ha preso il via il programma Pit-stop per effettuare il test veloce di controllo su persone positive al Covid-19 e non più sintomatiche. L’obiettivo è quello di rendere più efficiente la procedura di esecuzione dei test, consentendo al paziente di non scendere dalla propria vettura, ottimizzando così i tempi e quindi aumentando il numero complessivo di tamponi eseguibili in giornata. Il progetto non è rivolto a tutta la popolazione, ma solo a coloro che hanno contratto il Coronavirus che sono in sorveglianza sanitaria e in isolamento domiciliare e che necessitano di test con tampone per la verifica della negatività virologica.

Buoni di solidarietà alimentare
Anche il Comune di Avigliana ha predisposto le modalità con le quali saranno presto erogati i buoni di solidarietà alimentare fino alla concorrenza della quota di 66.603,55 euro assegnata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri al nostro Comune. I criteri con cui sono erogati i buoni sono stati concordati a seguito di un confronto con l’Unione Montana Valle Susa. L’assegnazione avverrà in sinergia con Consorzio di servizi socio-assistenziali Conisa. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Comuni-chiamo
Rimanere aggiornati su cosa succede ad Avigliana da oggi è poi ancora più semplice. Da lunedì scorso è attiva l’app Comuni-chiamo che vi consente di ricevere le comunicazioni push da parte dell’Amministrazione verso i cittadini direttamente sul proprio smartphone. Questo nuovo mezzo informativo si aggiunge ai canali social ufficiali Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

«Certo saprete far tesoro di questo aggiornamento – conclude il sindaco – e delle relative informazioni e che continuerete ad essere responsabili nell’aver cura della vostra salute, dei vostri cari e di conseguenza di tutti noi vi trasmetto la mia vicinanza e vi porgo i miei più cordiali saluti».

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.