CORONAVIRUS, AD AVIGLIANA 6 CONTAGIATI E 5 PERSONE IN ISOLAMENTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

«La situazione sul nostro territorio – spiega il sindaco di Avigliana Andrea Archinà – risulta al momento stazionaria, anche rispetto al numero di contagi. Possiamo dare finalmente la buona notizia del primo guarito, ma il rischio che le cose possano peggiorare seriamente è dietro l’angolo e non possiamo sottovalutare questa ipotesi. Al momento sul territorio sono 6 le persone positive, 3 ospedalizzate e 3 in isolamento domiciliare. Sono invece 5 le persone in isolamento fiduciario a scopo precauzionale. Molti cittadini continuano a non capire che tutto dipende dai nostri atteggiamenti: #restareacasa non significa soltanto rispettare le limitazioni sulle uscite all’aria aperta, ma anche evitare il più possibile i contatti con altre persone. Niente visite tra vicini di casa, parenti e amici o cene di condominio, chiunque può essere veicolo di contagio: soprattutto chi è asintomatico e non sa di esserlo, può esserne portatore. Mi rendo conto sia un sacrificio difficile da sopportare per un modello di società come il nostro e non sottovalutiamo neppure i possibili risvolti psicologici negativi di un prolungato confinamento in casa. Questo periodo rischia però di allungarsi ancora di più se non continueremo tutti a osservare responsabilmente le restrizioni imposte e ciò vale indipendentemente dal rischio di subire i maggiori controlli invocati da più parti. Non siamo ancora giunti a un livello soddisfacente di riduzione del rischio e, infatti, a limitare ulteriormente i comportamenti consentiti, ci ha nuovamente pensato il Ministero della Salute con l’ordinanza emanata nella tarda serata di ieri».

L’ordinanza del Ministero della Salute

È vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Ad Avigliana inoltre è chiusa la passeggiata sul lungolago del lago Grande e da ieri anche l’area del Castello: su entrambi i luoghi è attiva la sorveglianza. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. Si può invece fare individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona. L’ordinanza completa è disponibile qui:

http://avigliananotizie.it/wp-content/uploads/2020/03/ordinanza_ministero_salute.pdf

Raccolta rifiuti

In virtù di una nuova nota della Regione Piemonte del 19/3, a partire da oggi il nostro Ecocentro sarà chiuso. Per consentire ai professionisti (utenze non domestiche) che hanno comunque bisogno di conferire rifiuti, rimarrà aperto soltanto l’Ecocentro di Almese, al quale possono essere portati anche gli sfalci delle potature. Acsel, al momento, manterrà quindi la raccolta domiciliare degli ingombranti e della frazione verde. Qui le nuove indicazioni per la raccolta: http://avigliananotizie.it/covid-19-e-raccolta-rifiuti/

Servizi postali

Poste Italiane provvederà a una razionalizzazione degli uffici postali su tutto il territorio nazionale rimodulando i giorni e gli orari di accesso. Gli uffici di Avigliana saranno aperti tre giorni a settimana con orario 8,20-13,35. Il decreto Cura Italia ha prorogato fino al 20 agosto 2020 la validità dei documenti di riconoscimento scaduti o in scadenza. Sospese le cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e gli avvisi di accertamento esecutivi dell’Agenzia delle Entrate, nonché il pagamento dei termini per il pagamento in misura ridotta delle infrazioni al Codice della strada.

Casa della Salute

Su decisione dell’ASL-TO3 sono stati temporaneamente sospesi i servizi medici della Casa della Salute di Avigliana.

Vengono mantenuti i servizi infermieristici di prossimità per la popolazione fragile, inclusi gli interventi domiciliari e le medicazioni non differibili da eseguirsi ambulatorialmente dopo idoneo triage di ingresso. Viene confermato il servizio notturno e festivo di guardia medica con l’ipotesi, al momento allo studio, di un’estensione anche alle ore diurne.

Spesa settimanale

Per quanto riguarda gli approvvigionamenti, si raccomanda ai cittadini di uscire il meno possibile e di programmare non più di una spesa per settimana. Abbiamo infatti ricevuto segnalazioni di persone che pur di uscire di casa acquistano beni di prima necessità un po’ alla volta. In questo modo il commercio non lo chiudono soltanto le ordinanze, ma rischiano di farlo chiudere coloro che non rispettano le restrizioni.

Mercati e cimiteri

L’Unione Montana Valle Susa anche in questo periodo di emergenza sanitaria del Covid-19, continua la sua piena operatività. Continua anche e, anzi, si intensifica la rete dei sindaci per affrontare l’emergenza nel modo più coordinato e condiviso possibile. Un’azione indispensabile per evitare confusione nella popolazione toccata dalle disposizioni relative all’imperativo del “Restate a casa”. Confermata la decisione di tenere i mercati aperti per evitare ulteriori assembramenti presso i centri commerciali per l’approvvigionamento principalmente di frutta e verdura: il giovedì ad Avigliana in piazza del Popolo ci saranno quindi i banchi degli alimentari con tutto il rispetto delle distanze e dei dispositivi di protezione. Anche i cimiteri restano aperti su tutto il territorio.

Controlli sul territorio

La Polizia municipale, la Protezione civile di Avigliana e il comando dei Carabinieri nelle ultime ore hanno aumentato il numero dei controlli sul rispetto delle ordinanze emanate.

DAL COMUNE DI AVIGLIANA

«La situazione sul nostro territorio – spiega il sindaco di Avigliana Andrea Archinà – risulta al momento stazionaria, anche rispetto al numero di contagi. Possiamo dare finalmente la buona notizia del primo guarito, ma il rischio che le cose possano peggiorare seriamente è dietro l’angolo e non possiamo sottovalutare questa ipotesi. Al momento sul territorio sono 6 le persone positive, 3 ospedalizzate e 3 in isolamento domiciliare. Sono invece 5 le persone in isolamento fiduciario a scopo precauzionale. Molti cittadini continuano a non capire che tutto dipende dai nostri atteggiamenti: #restareacasa non significa soltanto rispettare le limitazioni sulle uscite all’aria aperta, ma anche evitare il più possibile i contatti con altre persone. Niente visite tra vicini di casa, parenti e amici o cene di condominio, chiunque può essere veicolo di contagio: soprattutto chi è asintomatico e non sa di esserlo, può esserne portatore. Mi rendo conto sia un sacrificio difficile da sopportare per un modello di società come il nostro e non sottovalutiamo neppure i possibili risvolti psicologici negativi di un prolungato confinamento in casa. Questo periodo rischia però di allungarsi ancora di più se non continueremo tutti a osservare responsabilmente le restrizioni imposte e ciò vale indipendentemente dal rischio di subire i maggiori controlli invocati da più parti. Non siamo ancora giunti a un livello soddisfacente di riduzione del rischio e, infatti, a limitare ulteriormente i comportamenti consentiti, ci ha nuovamente pensato il Ministero della Salute con l’ordinanza emanata nella tarda serata di ieri».

L’ordinanza del Ministero della Salute

È vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Ad Avigliana inoltre è chiusa la passeggiata sul lungolago del lago Grande e da ieri anche l’area del Castello: su entrambi i luoghi è attiva la sorveglianza. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. Si può invece fare individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona.

Raccolta rifiuti
In virtù di una nuova nota della Regione Piemonte del 19/3, a partire da oggi il nostro Ecocentro sarà chiuso. Per consentire ai professionisti (utenze non domestiche) che hanno comunque bisogno di conferire rifiuti, rimarrà aperto soltanto l’Ecocentro di Almese, al quale possono essere portati anche gli sfalci delle potature. Acsel, al momento, manterrà quindi la raccolta domiciliare degli ingombranti e della frazione verde.

Servizi postali
Poste Italiane provvederà a una razionalizzazione degli uffici postali su tutto il territorio nazionale rimodulando i giorni e gli orari di accesso. Gli uffici di Avigliana saranno aperti tre giorni a settimana con orario 8,20-13,35. Il decreto Cura Italia ha prorogato fino al 20 agosto 2020 la validità dei documenti di riconoscimento scaduti o in scadenza. Sospese le cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e gli avvisi di accertamento esecutivi dell’Agenzia delle Entrate, nonché il pagamento dei termini per il pagamento in misura ridotta delle infrazioni al Codice della strada.

Casa della Salute
Su decisione dell’ASL-TO3 sono stati temporaneamente sospesi i servizi medici della Casa della Salute di Avigliana.
Vengono mantenuti i servizi infermieristici di prossimità per la popolazione fragile, inclusi gli interventi domiciliari e le medicazioni non differibili da eseguirsi ambulatorialmente dopo idoneo triage di ingresso. Viene confermato il servizio notturno e festivo di guardia medica con l’ipotesi, al momento allo studio, di un’estensione anche alle ore diurne.
Spesa settimanale
Per quanto riguarda gli approvvigionamenti, si raccomanda ai cittadini di uscire il meno possibile e di programmare non più di una spesa per settimana. Abbiamo infatti ricevuto segnalazioni di persone che pur di uscire di casa acquistano beni di prima necessità un po’ alla volta. In questo modo il commercio non lo chiudono soltanto le ordinanze, ma rischiano di farlo chiudere coloro che non rispettano le restrizioni.

Mercati e cimiteri
L’Unione Montana Valle Susa anche in questo periodo di emergenza sanitaria del Covid-19, continua la sua piena operatività. Continua anche e, anzi, si intensifica la rete dei sindaci per affrontare l’emergenza nel modo più coordinato e condiviso possibile. Un’azione indispensabile per evitare confusione nella popolazione toccata dalle disposizioni relative all’imperativo del “Restate a casa”. Confermata la decisione di tenere i mercati aperti per evitare ulteriori assembramenti presso i centri commerciali per l’approvvigionamento principalmente di frutta e verdura: il giovedì ad Avigliana in piazza del Popolo ci saranno quindi i banchi degli alimentari con tutto il rispetto delle distanze e dei dispositivi di protezione. Anche i cimiteri restano aperti su tutto il territorio.

Controlli sul territorio
La Polizia municipale, la Protezione civile di Avigliana e il comando dei Carabinieri nelle ultime ore hanno aumentato il numero dei controlli sul rispetto delle ordinanze emanate.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. QUALCUNO TRA MEDICI POLITICI ECC., è in grado di rispondere alla domanda” gli 80enni con patologie che muoiono perché prendono il virus, poiché il virus non è mortale sarebbero morti lo stesso senza il virus? ” Il direttore è indignato e ha posto in diretta questa domanda. E ce lo chiediamo tutti probabilmente! Infatti tutti sostengono che d COVID19 non si muore ma si muore a causa di altre patologie, cioè sostengono che la causa di decesso sono le altre patologie.
    Ascoltando il servizio è chiara e corretta questa domanda. Lui giustamente sostiene che chi è più giovane non ha prestato attenzione ai decreti perché non ha 80 anni e è esente dalle patologie.
    Vorrei sapere la risposta che l’esperto si sente di dare al direttore e a tutti, sono curiosa.

    Lettore video di: Mediaset (Informativa sulla privacy)
    successivo:Coronavirus, parla Michele Carlucci (Unità Operativa d’emergenza San Raffaele Milano)
    Mediaset
    Coronavirus, Paolo Liguori: “Iss non ci racconti che si muore per altre patologie”
    Durata: 04:04 10 ore fa

    INTERVENTO DIRETTORE DICH
    Altro da Mediaset

  2. Perché no dicono che muoiono 30/40/50 enni anche apparentemente sani prima? Così magari starebbero tutti a casa tranquilli di essere VIVI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.