CORONAVIRUS, ANCHE IN VALSUSA CHIUSE TUTTE LE SCUOLE PER UNA SETTIMANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DIFFUSO DAL COMUNE DI BORGONE SUSA TRAMITE LA PAGINA UFFICIALE FACEBOOK

Le scuole piemontesi di ogni ordine e grado resteranno chiuse una settimana, a decorrere da domani, per l’emergenza Coronavirus.

Inoltre l’Università degli Studi di Torino, il Politecnico e l‘Università del Piemonte Orientale hanno disposto, a partire da lunedì 24 febbraio, la sospensione per una settimana delle attività didattiche in tutti gli atenei del Piemonte, salvo diverse indicazioni. Gli esami attualmente in corso sono quindi sospesi, e verranno recuperati senza alcuna penalizzazione per gli studenti.
In linea con quanto definito dagli atenei, l’Edisu sospenderà per una settimana, a partire dalla mezzanotte di oggi, i servizi mensa e le sale studio.
Per gli studenti che non possono sostenere esami in questi giorni, l’Edisu prenderà in considerazione tutti gli strumenti legislativi per tutelarli nel conseguimento dei crediti necessari alla conferma delle borse.

Questo è quanto emerso dalla riunione che si sta svolgendo nella sede della Protezione civile di Torino a cui partecipano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, la sindaco Chiara Appendino, il prefetto Claudio Palomba e i rappresentanti delle forze dell’ordine.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. E poi bisognerebbe mettere in galera (o, più utilmente, a ad assistere i malati) chi al governo ha omesso di far tenere sotto osservazione le persone provenienti dalla Cina.

  2. Premetto che non è una epidemia da prendere sottogamba, ma voglio fare delle riflessioni. In Italia nel 2019 sono morte per polmonite 11000 undicimila persone , se chi si prende l’influenza fosse così accorto da girare con la mascherina (vedi giappone), quante di queste 11000 si sarebbero salvate? o perlomeno non ci sarebbero state delle complicazioni, vedi persone anziane con altre patologie. Speriamo che questo corona virus ci faccia capire di essere in futuro più attenti al prossimo.

  3. La polmonite puo’ essere batterica o virale.Mentre il corona virus e’ un virus la cui diffusione e’ un po’ incerta, non si trova in Italis il paziente 0 e potrebbe essere come hanno spiegato uno che e’ guarito.Il dato della polmonite pare un po’ esagerato….ma nel mondo si muore anche di influenza,, morbillo ecc.In confronto agli arbori la medicina hs fatto passi da gigante .Riguardo il corona virus bisogno essere prudenti e non paranoici e attendere riscontri ..Poiche’ a Torino hanno aggredito 3 cinesi e’ normale che si tenti di placare gli animi non creando il panico.Con le misure che si stanno attuando ovunque non pare sia una situazione tranquilla.Vedremo!

  4. IL CORONAVIRUS, NON E’ UN SEMPLICE VIRUS, SENNO’ SI CHIAMEREBBE VIRUS SEMPLICEMENTE…HA IL VIZZIETTO OGNI TANTO DI MUTARE E QUI SAREBBERO DRAMMI

  5. Signora Loredana i virus mutano non lo sa? Studiato mai un po ‘ di cultura medica? Anche il virus dell’ influenza cambia anno dopo anno, ma dove vive ? Su Marte?Non ha il vizietto di mutare il coronavirus, semplicemente non capiscono perche’ alcuni soggetti lo prendono altri no, questo pero’ avviene con tutti i virus. C’e’ sempre l’ individuo più forte e il più debole. I virus cambiano nel tempo e in base anche all’ ospite dove si trovano. Al momento non sanno bene come si diffonde mano vuol dire che ha il vizietto come dice lei.E’ un virus!.,

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.