CORONAVIRUS IN FRANCIA, IL PIEMONTE IPOTIZZA LA CHIUSURA DELLE FRONTIERE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla REGIONE PIEMONTE

TORINO – Lunga telefonata, questo pomeriggio, tra il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. All’ordine del giorno del colloquio la situazione che riguarda l’andamento epidemiologico della Francia per cui il Governatore piemontese aveva chiesto al Presidente ligure di considerare una possibile chiusura dei confini.

I due Governatori invieranno nelle prossime ore una lettera congiunta al Premier e ai Ministri degli Esteri e della Salute per valutare la situazione alla luce dell’escalation di contagi nello Stato confinante.

I due Presidenti si incontreranno nei prossimi giorni, in occasione del Salone Nautico di Genova che prenderà il via giovedì 1º ottobre e per la Festa dei 50 anni delle Regioni, nello stesso giorno, organizzata da Regione Liguria. Saranno i due momenti in cui verranno approfonditi questi temi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Come mai nessuno dice che l’aumento dei contagi in Francia è dovuto ad un aumento dei tamponi? Questi ne fanno 250.000 al giorno! 250.000 AL GIORNO! Anche se arrivassero a 20.000 positivi ( per altro fino a ora sono praticamente tutti asintomatici ) sono pochissimi. È veramente ridicolo tutto questo! Basterebbe guardare nel sito del governo francese per rendersi conto che i giornali italiani ci stanno prendendo per i fondelli e lo stesso vale per la Spagna. È dittatura!

  2. Ma veramente ? Non solo siamo in crisi in più ci togliamo anche i francesi che vengono da noi in Italia,soprattutto in Piemonte. Allora fate cosi,fate anche voi i tamponi alla frontiera italiana/francese,a coloro che vengono dai noi, io ho famiglia in Italia e abito in svizzera, passo sempre da lì e come faccio a vedere la mia famiglia? Ma dai. Anche voi.un po’ più di testa nel fare le cose e che cavolo,ne abbiamo abbastanza di chiedere aprire aprire e chiudere. CI SONO ALTRE MILLE SOLUZIONI,TIPO QUELLA DEI TAMPONI. Non ci sono fondi? Dimezziamo ancora gli stipendi a voi politici,no a noi lavoratori.
    Dajee ou. Un cervello dovete utilizzare,non solo per scrivere due leggi del cavolo, che poi alla fine in Italia c’è sempre un’altra legge con cui te la scampi,quindi neanche voi sapete fare il vostro lavoro diciamo !
    Comunque spero vivamente che non chiudiate le frontiere. GRAZIE.

Rispondi a Bru Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.