CORONAVIRUS, IN PIEMONTE ALTRI DUE MORTI E 16 CONTAGIATI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BOLLETTINO DELLA REGIONE PIEMONTE / ORE 16.30

26.007 PAZIENTI GUARITI E 670 IN VIA DI GUARIGIONE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 26.007 (+ 14 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3.193 (+4) Alessandria, 1.574 (+0) Asti, 841 (+1) Biella, 2.435 (+3) Cuneo, 2.343 (+0) Novara, 13.403 (+5) Torino, 1.093 (+0) Vercelli, 959 (+1) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 166 (+0) provenienti da altre regioni.

Altri 670 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SALGONO A 4.125 IN TOTALE

Sono due i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui zero nella giornata di oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Il totale è di 4125 deceduti risultati positivi al Coronavirus: 678 Alessandria, 256 Asti, 208 Biella, 398 Cuneo, 372 Novara, 1.819 Torino, 222 Vercelli, 132 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 31.594 (+ 16 rispetto a ieri, di cui 11 asintomatici. Dei 16 casi, 3 screening, 12 contatti di caso e 1 con indagine in corso. Risulta importato 1 dei 16 casi) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, così suddivise su base provinciale: 4.094 Alessandria, 1.883 Asti, 1.054 Biella, 2.915 Cuneo, 2.808 Novara, 15.966 Torino, 1.351 Vercelli, 1.151 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 268 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 104 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 5 ( invariato rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 141 (-6 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 646. I tamponi diagnostici finora processati sono 483.764, di cui 265.495 risultati negativi.

ALLEGATO

In allegato al bollettino è riportata la tabella riassuntiva dei dati al 25 luglio.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Buongiorno, considerando la normativa che dice di starnutire sulla mano i nella piega del gomito , qualcuno ha provato a starnutire sulla piega del gomito? Lo chiedo perche’ ora per toccarsi a tutti i costi si danno il gomito dove magari prima hanno starnutito.Io ho provato prima di partorire a aprile, causa reazione allergica. Allora dopo l’ ecciu…..le goccioline vanno nella piega e un po’ in giro , a differenza della mano le ore la bocca il gomito non riesce e coprire tutto.Cosi’ le goccioline restano nella maglia che in apparenza pare pita.Ora penso a sta moda del ti tocco a tutti i costi….gli amici fuori dalla pizzeria di solito si salutano prima di entrare, di solito un abbraccio e poi ci si avvia.Gli abbracci ora sono vietati e qualcuno usa il gomito ( anche in TV) , entrano e, spostano la sedia e si siedono comodamente appoggiandosi bene. Sedendosi comodi appoggian pure il gomito in questione.Poi dopo avere mangiato vanno via e si siedono altre persone…che per spostarsi la sedia magari mettono proprio la mano dove il gomito si e’ appoggiato. E toccarsi col piede no???? Se proprio serve fatevi il piedino….

  2. C’e’ un errore che non ho visto, poco tempo per scrivere e sono troppo veloce per la tastiera del cell. Volevo scrivere che a differenza dello starnuto fatto nella mano la bocca con lo starnuto fanno nella piega del gomito non e’ del tutto coperta.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.