CORONAVIRUS, L’INFERMIERE VALSUSINO RINGRAZIATO DALL’EX CALCIATORE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

AVIGLIANA – Ci stiamo abituando, giorno dopo giorno, nel vedere medici e infermieri lottare contro il Covid-19 con addosso i nomi dei loro idoli sportivi sulle tute protettive. L’iniziativa – diventata ormai virale – aiuta i vari sanitari a portare il buon umore tra i pazienti nelle corsie degli ospedali e nei reparti dedicati ai positivi di Coronavirus.

Anche Gian Paolo Richetto, operatore del Polo Sanitario di Avigliana, ha deciso di scrivere il nome del suo idolo sopra la tuta protettiva. In questo periodo Gian Paolo si trova in prima linea per la battaglia al Covid-19, in quanto sta lavorando nel servizio tamponi. Proprio per questo motivo ha deciso di proteggersi con “l’aiuto” di Emiliano Moretti, ex giocatore del Torino e oggi collaboratore tecnico societario del club granata. “Con Moretti mi sento protetto dal virus” ha spiegato Paolo nella foto condivisa su Facebook.

Un gesto che non è passato inosservato. Infatti, la sua foto ha fatto letteralmente il giro del web ed è arrivata allo stesso Moretti, che emozionato ha deciso di ringraziare l’infermiere valsusino. “Gian Paolo la foto che ho visto e soprattutto le parole che hai detto su di me mi hanno estremamente colpito ed emozionato – afferma Moretti – Ti ringrazio tanto per quello che tu e i tuoi colleghi state facendo in questo momento e fate costantemente. Sarà un grandissimo piacere per me, quando sarà consentito, portarti questa maglia, venirti a trovare e regalartela. Grazie ancora, un abbraccio e a presto“.

Gian Paolo Richetto con la sua tuta protettiva.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.