CORONAVIRUS, NUOVI DIVIETI: CHIUSE LE AREE VERDI, VIETATE ATTIVITÀ ALL’APERTO E SPOSTAMENTI NEL WEEKEND

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE / 20 MARZO 2020

Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale.

  1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono adottate, sull’intero territorio nazionale, le ulteriori seguenti misure:

a) è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

b) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere
individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

c) sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle
stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con
esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, ma con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

d) nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o
seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

LEGGI IL TESTO INTEGRALE

2003202019212600130.pdf

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

11 COMMENTI

  1. NO DAI …DITEMI CHE È UNO SCHERZO CATTIVO!!! Il martedì mercoledì e giovedì posso andare nella seconda casa in montagna e poi un qualsiasi altro giorno posso tornare in città dove ho la residenza???

      • Mi manda il pezzo dove dicono che è vietato anche nei giorni precedenti?
        Cisa significa scrivere “durante festivi e prefestivi ed il giorno precedente e successivo “?
        PIÙ SEMPLICE SCRIVERE È VIETATO ALLONTANARSI DALLA RESIDENZA se non per…

    • Non hai capito. Il martedì, giovedì e venerdì puoi andare solo verso la tua abitazione principale (dove hai la residenza).

  2. A cosa serve vietare spostamenti nei weekend, ma siamo per una volta un po’ Seri. Vanno adottate misure un po’ più restrittive, altrimenti non ne usciamo, ma allora è inutile ogni giorno parlare di modello cinese, di consigliare alla gente di non uscire. RESTIAMO A CASA. Ci si può benissimo organizzare per le cose come spesa, ecc. Ma è possibile che anche queste mascherine, non si riescano a trovare? Inoltre sanificare le strade, i cassonetti avere un controllo su questa gente che pensa di essere in vacanza, ma riusciremo a fare queste cose. In tempo di guerra c era il coprifuoco, e facciamolo anche adesso sto coprifuoco. Vedo un menefreghismo un po’ da parte di tutti

  3. Però continuiamo ad andare a lavorare – magari per produrre merce al momento del tutto inutile – dove premiamo lo stesso tasto alla macchinetta del caffè, impugniamo la stessa maniglia della porta, condividiamo la stessa fotocopiatrice, la stessa postazione PC, lo stesso forno scaldavivande… ma d’altronde non possiamo deludere padroni e berlicacul vari, sindacati in primis…

    • A proposito del tasto da premere alla macchina del caffe Io continuo a lavorare in un azienda dove le misure sono chiusura mensa e macchinette del caffe, cosi si lavora senza pause come automi in una situazione del genere…ah, l azienda è l ibs che dichiara di fermare la produzione ma in realtà il 50% continuerà a lavorare(200 persone almeno) in quelle condizione dietro comanda

  4. Se uno avesse una casa in montagna chissà perchè non potrebbe adarvisi a chiudere dentro nel weekend,
    specie se in città ha solo un alloggetto che usa quando deve lavorare.
    Sembrano norme a vanvera, tanto per coprire la mancanza di sostanza del governo, dalle mascherine al sostegno di tutte le attività che non riescono a lavorare ma devono pagare affitto e bollette di uffici, capannoni ecc.
    Una vergogna.

  5. Scappano in montagna per sentirsi più al sicuro mentre, diversamente, in percentuale è più pericoloso!

    Sestriere 3 casi UFFICIALI su 900 abitanti,magari meno con i finti residenti… ( equivale a 2.600 casi a Torino città…)
    Sauze 6 casi ufficiali su 700 abitanti ( equivale a 6.900 casi a Torino città).
    MEDITATE…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.