CORONAVIRUS, PRIMI CASI AD AVIGLIANA: “STARE A CASA È UN DOVERE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA – Anche Avigliana conta i primi casi di Coronavirus comunicati dall’Asl e dal servizio di Protezione Civile della Città Metropolitana: alcuni ricoverati negli ospedali, altri meno gravi in isolamento domiciliare. Il sindaco di Avigliana Andrea Archinà rassicura sul fatto che si tratti di casi isolati e sotto controllo e invita tutti i cittadini a restare a casa e a rispettare il divieto di spostamenti non necessari e non autorizzati come da disposizioni dell’ultimo Decreto del presidente del Consiglio.

Fin dal 7 marzo scorso è stato aperto il Centro operativo comunale in applicazione delle procedure della Protezione Civile. In un videomessaggio il sindaco stigmatizza il comportamento di alcuni cittadini che sostano in parchi e giardini, diventando così complici dell’aumento dei rischi di diffusione della malattia.

Chi esce – ricorda Andrea Archinà – vanifica gli sforzi di tutti coloro che in questo momento stanno tentando di combattere il virus, siano essi ammalati o personale sanitario a cui va il nostro plauso e la nostra più grande riconoscenza. Stare a casa è un dovere a cui tutti noi non dobbiamo né possiamo sottrarci. Annuncio quindi che, anche in considerazione dei numerosi casi positivi concentrati nella prima cintura torinese, e delle ordinanze di chiusura di luoghi pubblici adottate da alcuni Comuni, a partire da domani si intensificheranno i controlli da parte della Polizia locale per vigilare sull’osservanza delle disposizioni. A questo proposito ricordo che gli spostamenti consentiti sono solo quelli dimostrabili e con autocertificazione per i quali:
• È possibile recarsi al lavoro
• Fare la spesa, uno per famiglia e riducendo le uscite (non più di una volta al giorno) e recandosi nei luoghi più vicini possibili
• È inoltre possibile uscire per motivi di salute o per accudire i propri cari che necessitino di assistenza
• La normale attività motoria può essere effettuata fuori dalle aree verdi e dai parchi pubblici, vicino a casa e per un periodo di tempo limitato, evitando di muoversi in gruppi, anche piccoli”.

L’Amministrazione comunale è costantemente impegnata nel monitorare la situazione, confrontandosi con le istituzioni sanitarie. E per offrire il supporto ai cittadini per superare le criticità di questa emergenza. Gli uffici comunali sono raggiungibili telefonicamente e in casi eccezionali sono anche aperti su appuntamento. Gli aggiornamenti sull’emergenza sono disponibili sui canali informativi: il sito internet istituzionale www.comune.avigliana.to.it, www.avigliananotizie.ite la pagina FB Comune di Avigliana.

Questo – conclude il sindaco di Avigliana – è il momento del giusto equilibrio tra il senso di responsabilità collettiva e quello della fiducia verso la progressiva risoluzione dell’emergenza. L’Italia e con esso la nostra Avigliana sapranno certamente superare questo momento difficile e guardare al futuro con rinnovata fiducia. In che modo riuscirci, come sempre, dipende da ognuno di noi“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Così come chiaramente specificato dal decreto e dal sito UFFICIALE del Governo, l’attività motoria all’aperto può essere fatta ovunque, quindi anche in parchi e aree verdi, e senza alcun limite territoriale o di tempo. È sufficiente rispettare la distanza minima di 1 metro ed evitare gli assembramenti. Sarebbe ora che le istituzioni di ogni ordine e grado cominciassero a fare corretta informazione invece di fare una personale interpretazione e narrazione delle leggi realmente vigenti, fino quasi a sconfinare nelle fake news.

    http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa

  2. MA COSA C’E’ DI COSI’ COMPLICATO DA CAPIRE? STATE A CASA!!!!!!! MA VI DEVONO SPARARE IN FRONTE PER FERMARVI???? BANDA D’CIUC!!!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.