CORONAVIRUS, PRIMO CASO AD ALMESE: UOMO IN ISOLAMENTO DOMICILIARE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA COMUNE DI ALMESE

ALMESE – Nella serata di lunedì 16 marzo, l’ASL TO3 ha comunicato il primo caso positivo al virus COVID-19 sul territorio di Almese. Il cittadino si trova attualmente in quarantena nella propria abitazione ed è sottoposto a controlli costanti da parte delle autorità sanitarie.

“La situazione è sotto controllo – ha dichiarato il sindaco di Almese, Ombretta Bertolo – dal momento che il cittadino è risultato positivo al tampone, il caso è stato circoscritto, mentre il paziente è monitorato costantemente dalle autorità sanitarie. Al momento il contagiato si trova presso la propria abitazione e presenta i sintomi della febbre. Le condizioni generali di salute sono buone. È il primo caso nel nostro comune ed era prevedibile, visti i casi nei comuni limitrofi della Val Susa. Per questo invito i cittadini a non preoccuparsi eccessivamente, ma ad avere comportamenti responsabili nei confronti dell’emergenza da COVID-19: restiamo a casa ed evitiamo i contatti il più possibile. Evitare gli spostamenti, se non per casi strettamente necessari, e limitare al massimo i contatti con altre persone, è l’unica strada che abbiamo per vincere questa emergenza. Ricordo a tutti che uscire per fare la spesa è possibile, ma solo nel negozio più vicino alla propria abitazione, altrimenti, in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine, sono previste pesanti sanzioni. A nome dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità almesina, auguro pronta guarigione al nostro concittadino”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Non so più che pesare, Prima il Governo italiano che dice state a casa fate la vostra parte , mentre Di Maio bacia e abbraccia tutti(servizio di striscia), uno che si mette le mani in bocca e l’altra che starnutisce 2 v sulle mani senza pulirle subito dopo, ieri sera Carla Bruni dal servizio striscia che baciava e abbracciava tutti dicendo alla faccia del coronavirus , poi Trump che diceva il caldo farà morire il virus e ora afferma che andremo avanti almeno fino l’estate, che esempi! Un legale in bici che fermato chiede lui i doc. alla polizia perché non è soggetto a questa normativa per i motivi da lui indicati del codice , due persone al supermercato della valle di Susa che erano più interessate al cell. che alla distanza di sicurezza, la gente che scappa dalle zone di contagio ecc ecc… Capisco la stanchezza nel rimanere a casa ma sebbene loro non siano preoccupati per se stessi, potrebbero avere considerazione di chi è a rischio . Ho sempre pensato che essere chiamati esseri umani avesse un significato. Mi sarò sbagliata , pazienza, intanto la gente si ammala e in alcuni casi muore.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.