CORONAVIRUS, PRIMO CONTAGIATO A GIAVENO: “NON SIAMO UN’ISOLA FELICE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CARLO GIACONE (sindaco di Giaveno)

GIAVENO – Cari cittadini, Vi richiamo a un maggior senso di responsabilità. Vedo ancora troppe persone in giro senza motivazione e questo non va bene. La richiesta di #stareacasa non è un capriccio, ma una misura di sicurezza necessaria per fermare il contagio.

Alcuni di noi possono essere già colpiti senza presentare sintomi; possono quindi contagiare altre persone senza saperlo. Soltanto se stiamo a casa lo evitiamo. Dobbiamo farlo anche per tutte le persone che non possono restare a casa perché stanno lavorando negli ospedali e nei servizi essenziali, a cui va il nostro enorme grazie.

Se uscite per necessità per fare la spesa, chiedo di: indossare mascherine, organizzare la spesa per più giorni, uscire solo per beni primari e necessari, uscire uno solo per famiglia, rispettare le distanze.

CASI

Abbiamo ricevuto un’informativa da parte dell’Asl To3 di un caso di persona positiva all’infezione da Covid-19 a Giaveno e di alcuni casi di persone in isolamento fiduciario presso le loro abitazioni senza presentare sintomi, ma che hanno avuto contatti con persone infette. A loro i nostri auguri sinceri. Per questo chiediamo massima collaborazione e rispetto e responsabilità da parte di tutti perché si mette in gioco la salute propria e quella degli altri.

In questo frangente, Giaveno non è un’isola felice: ci sono già diversi casi in Val Sangone e nei paesi limitrofi e ci deve essere la consapevolezza che il picco dei contagiati non è ancora stato raggiunto nella nostra città. Se la situazione lo richiederà farò bollettini giornalieri per tenervi costantemente aggiornati.

Questo ci serva a capire ancora di più che è necessario stare a casa. Monitoriamo costantemente la situazione con le istituzioni sanitarie. È ormai risaputo che le persone che vengono ricoverate in ospedale non possono vedere nessuno, compresi i propri famigliari devono stare in completo isolamento.

Meglio rimanere oggi a casa con la propria famiglia tranquilli invece di uscire e rischiare. Pensiamo alla nostra famiglia, ai nostri cari, ai nostri amici, ai colleghi di lavoro e a tutti i concittadini. Proteggere noi stessi vuol dire proteggere il prossimo.

Ho piena fiducia di tutto l’apparato medico-sanitario, nel grande sforzo che medici e operatori stanno svolgendo ininterrottamente da diverse settimane, rischiando spesso la loro vita.

CONTROLLI

I controlli della Polizia locale e dei Carabinieri sono attivi. Ricordo che per uscire è necessario avere con sé il nuovo modulo di autocertificazione (disponibile sul nostro sito) e che si esce soltanto per motivi di assoluta necessità. Chi esce per necessità non ha nulla da temere.
In caso contrario si viene denunciati.

Oggi ho chiesto di intensificare ancora i controlli. Nessuno ha voglia di mettere divieti, si tratta di aiutare la popolazione a non ammalarsi. Questa mattina sono state fermate tantissime persone senza autorizzazione: non va bene.

SERVIZI

Molti negozi e ristoranti della Città hanno attivato servizi di consegna a domicilio, e li ringrazio. L’elenco completo si trova sulla pagina Facebook dell’Ufficio Turistico. Sono attivi due servizi gestiti da volontari per la spesa a domicilio per chi non si può muovere.

Il servizio Caritas-Comune al numero di telefono 351-9653550, attivo dalle ore 9 fino alle 21. Il servizio della Croce Rossa Comitato di Giaveno è contattabile al numero verde gratuito 800.065.510.

SANIFICAZIONE

Nella giornata di martedì 17 marzo, dalle ore 7 alle 20, una squadra di tecnici specializzati di una ditta di Torino ha effettuato una prima sanificazione delle strade e piazze di maggior passaggio. È stato utilizzato un prodotto igienizzante ma non inquinante, come da indicazioni di Arpa Piemonte e Protezione Civile.

Ho fiducia nel nostro paese, e in tutti voi. Oggi è il tempo del sacrificio, delle responsabilità, del rispetto delle regole e delle nostre vite.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.